Martedì, 18 gennaio 2022 - ore 23.09

Referendum Kosovo, IPSIA (Acli): "Crisi Europa pesa sul futuro dei Balcani"

| Scritto da Redazione
Referendum Kosovo, IPSIA (Acli):

Le Acli commentano attraverso la propria ong Ipsia, da anni attiva nei Balcani, il referendum dei serbi del Kosovo in svolgimento oggi e domani, contro il governo di Pristina, contro l’Unione Europea e contro lo stesso governo di Belgrado, che lo aveva sconsigliato. 35mila schede e 82 seggi per rispondere in 4 municipi ad una sola domanda: "Accettate o meno le Istituzioni della cosiddetta Repubblica del Kosovo installata a Pristina?". «La popolazione serba del Kosovo – spiega Paola Villa, presidente della ong Ipsia – cerca di veder riconosciute attraverso il referendum la propria identità e la propria autonomia. E’ del resto la strada percorsa dagli stessi albanesi del Kosovo, che 20 anni fa “autodichiararono” con un referendum la propria indipendenza dalla Serbia». «Ma se il tentativo è comprensibile, l’esito può essere non solo pericoloso, ma anche inutile, svantaggioso per tutti. Non si può infatti parcellizzare i territori all’infinito, altrimenti si finisce per dividere in due strade e palazzi, un’esperienza che ha già segnato tragicamente questi luoghi e queste popolazioni». Aggiunge Paola Villa: «In un mondo economicamente e politicamente globalizzato, sono le reti e le connessioni che danno riconoscimento e sviluppo, non le separazioni e le chiusure. L’esempio della Bosnia Erzegovina lo dimostra. La sua divisione in “cantoni” è forse servita a fermare la guerra, ma non ha permesso la ripresa di una normalità, né lo sviluppo sociale ed economico». «L’unica via d’uscita rimane l’investimento sull’Europa» conclude. «Ma proprio la crisi dell’Unione – in termini di visione e credibilità – pesa oggi sulle prospettive dei Balcani, sempre in bilico tra il futuro europeo e il riaccendersi della violenza dei nazionalismi». L’organizzazione non governativa delle Acli è presente in Kosovo dal 1999, con attività di ricostruzione e progetti di cooperazione e sviluppo, iniziative di volontariato internazionale e servizio civile all’estero. I prossimi giovani partiranno domenica prossima e raggiungeranno cooperanti e volontari sul posto. (Foto Acli/Ipsia, il memoriale di Velika Hoca, enclave serba in Kosovo)

958 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria