Venerdì, 19 agosto 2022 - ore 13.10

RICICLATI video di Barbara Codogno

| Scritto da Redazione
RICICLATI video di Barbara Codogno

RicCAA, la Biennale Internazionale di Arte e Design e politiche di sostenibilità ambientale a cura di Marisa Merlin che si terrà a Padova all'ex Macello di via Cornaro dal 26 maggio al 23 giugno 2013 con vernice il 25 maggio alle ore 18.30 ospiterà, oltre agli artisti e i designers selezionati per l'esposizione, anche opere fuori concorso come il video RICICLATI realizzato da Barbara Codogno.
Il progetto, nato on line più di tre mesi fa, si prefiggeva lo scopo di realizzare un video in cui i protagonisti del RICICLO non fossero i materiali – ferro, plastica, vetro, etc - ma LE PERSONE.
Sono le persone i protagonisti RICICLATI di questo progetto video: persone che nonostante uno specifico titolo di studio non riescono a esercitare la loro professione e devono fare altro; persone che hanno perso il lavoro e se ne sono inventate altri o che vivono nell'attesa di trovare un modo possibile per riciclarsi. Persone che non devono riciclare soltanto la loro professionalità ma, molto spesso, la loro esistenza. Persone che spesso, come dimostra il video, hanno fatto una scelta profondamente “ecologica” riciclandosi e ripensandosi in maniera molto diversa, cambiando quindi la loro vita.
L'indagine video-antropologica di questo progetto che si inserisce nella social art, coinvolge quindi l'AMBIENTE UMANO del riciclo.
Schiacciati dalla crisi stiamo assistendo a un radicale cambiamento del mondo del lavoro di questo nord est. L'analisi riguarda principalmente il territorio del Veneto, e si è pensata come un work in progress, una mappatura che vuol essere specificatamente un'indagine sul locale.
Per dare voce a quanti devono riciclarsi ma anche a chi ha saputo farlo senza perdersi d'animo.
Il progetto prevede il coinvolgimento diretto delle persone che si sentono di testimoniare con la loro esperienza e il loro vissuto questo RICICLO UMANO. Per la realizzazione di questo progetto è stata fondamentale il web, i social network, i blog, i forum.
Molte le testimonianze raccolte anche direttamente dalla strada come confermano le interviste del 1 maggio 2013 compiute a Padova.
L'idea è nata in seno alla Biennale Internazionale RicCAA, la curatrice Marisa Merlin ha chiesto a Barbara Codogno di realizzare un'opera fuori concorso.
A partire dalla riflessione sul riciclo c'è stato l'interesse da parte di Barbara Codogno di analizzare l'aspetto antropologico e sociologico del riciclo nel nostro territorio. L'impatto è stato molto forte: le testimonianze raccolte fondamentalmente raccontano di una perdita di identità sociale del soggetto lavoratore che si trova senza punti di riferimento e minato nella sua progettualità e identità.

Alle persone attraverso un tam tam nella rete veniva chiesto di contattare Barbara Codogno per farsi intervistare o di realizzare da soli dei piccoli video, di metterli su you tube oppure di mandare direttamente i video.
Facendo una sintesi esemplificativa si possono così suddividere le tipologie riscontrate:
UOMINI range 45 – 55 senza lavoro: più disperati, seriamente in difficoltà, toccano il fondo ( elemosina, lavori per strada, precarietà).
DONNE range 45- 55: con la creatività ricostruiscono qualcosa di alternativo e comunque rispondono in maniera attiva.
RAGAZZI: i giovani sono nati precari, la loro prospettiva è esclusivamente quella di andare via, tutti dicono che andranno all'estero.

Nel frattempo, proprio a Padova, è nata in seno all'Università una società ( psicologi del lavoro, etc) che lavora sul tema: aiuta le persone a riciclarsi.
A partire da questo primo video sarà creato un luogo virtuale in cui si potrà continuare a postare le proprie esperienze.

Contatti:
Barbara Codogno
anubi31@gmail.com

Il video si può vedere al link:

1134 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria