Martedì, 05 marzo 2024 - ore 06.06

Riforma Sanitaria Degli Angeli: Moratti e Fontana non ci hanno ascoltato.

Adesso corrono ai ripari, affinché il Governo non impugni la legge

| Scritto da Redazione
Riforma Sanitaria  Degli Angeli: Moratti e Fontana non ci hanno ascoltato.

Riforma sanitaria lombarda, in commissione arrivano modifiche sostanziali. Degli Angeli: “Moratti e Fontana non ci hanno ascoltato. Adesso corrono ai ripari, affinché il Governo non impugni la legge”

In commissione Sanità sono arrivate quest’oggi, mercoledì 30 marzo, sostanziali correttivi alla non riforma Morati-Fontana. Sarebbe bastato ascoltarci e dare retta alle istanze dei cittadini portate in aula mediante gli atti portati in aula durante la discussione della nuova legge. Invece siamo ancora al lavoro su temi fondamentali per colpa di una miope guida regionale a firma centro Destra”.

A dirlo è stato Marco Degli Angeli, consigliere pentastellato di Regione Lombardia il quale ha poi chiarito: “Stando a quanto emerso oggi in Commissione, le revisioni sostanziali sono la conditio sine qua non pretesa dal Governo, affinché la legge regionale non venga impugnata”.

In sostanza si tratta di modifiche necessarie per permettere alla (non)riforma di uniformarsi alla normativa nazionale. “Come ho sempre sostenuto assieme a tutto il M5s Lombardia, questa non riforma presenta dei gravi rilievi di incostituzionalità. Peccato la maggioranza lo abbia sempre negato, dando di sé un un’immagine di eccellenza”.

Le modifiche principali di cui la riforma è assoggettata, riguardano i meccanismi di accreditamento delle strutture private, che Regione Lombardia vorrebbe ricondurre esclusivamente all’assessorato al Welfare, il funzionamento delle Case della comunità e i meccanismi di nomina dei direttori dei distretti. “Si tratta di criticità - sottolinea Degli Angeli - ampiamente e approfonditamente segnalate dal Movimento Cinque Stelle durante la discussione della legge. Ora mi aspetto che la maggioranza sia più propensa ad ascoltare le opposizioni: ne va dell’interesse e della salute dei cittadini”.

447 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online