Mercoledì, 18 luglio 2018 - ore 04.52

Rosita Viola ospite speciale all’assemblea annuale dell‘ UICI di Cremona

Si è svolta, Domenica 15 Aprile presso la sede di via Palestro, la prima Assemblea Annuale dei Soci dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Cremona, presieduta dalla dott.ssa Katia Caravello, componente la Direzione Nazionale U.I.C.I.

| Scritto da Redazione
Rosita Viola ospite speciale all’assemblea annuale  dell‘ UICI di Cremona

Rosita Viola ospite speciale all’assemblea annuale  dell‘ UICI di Cremona

Si è svolta, Domenica 15 Aprile presso la sede di via Palestro, la prima Assemblea Annuale dei Soci dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Cremona, presieduta dalla dott.ssa Katia Caravello, componente la Direzione Nazionale U.I.C.I.

La vicepresidenza è stata affidata al prof. Giovanni Battista Flaccadori, Vicepresidente del Consiglio Regionale Lombardo U.I.C.I..

Nel corso dell’Assemblea, sono stati approvati la Relazione Morale sull’’attività svolta nell’anno 2017 e il bilancio consuntivo relativo allo stesso anno.

Ospite speciale, immancabile presenza alle iniziative organizzate dall’U.I.C.I. di Cremona, l’assessore all’associazionismo, alla vivibilità e alla trasparenza del Comune di Cremona dott.ssa Rosita Viola, che, come sempre, ha ribadito la massima disponibilità dell’amministrazione comunale ad andare incontro alle esigenze delle persone cieche e ipovedenti, mediante l’abbattimento delle barriere architettoniche materiali, sensoriali e culturali, impegno che comunque richiede purtroppo tempo e risorse economiche spesso insufficienti.

Ha inoltre ricordato la recente cerimonia di intitolazione di un parco cittadino a Louis Braille, inventore del codice di scrittura che porta il suo stesso nome e che ha permesso ai ciechi di studiare e prepararsi per una professione.

Nei loro interventi, la Presidente Tozzi e il vicepresidente di Assemblea Flaccadori hanno toccato temi cruciali quali l’inserimento lavorativo dei disabili visivi, che presenta difficoltà spesso insormontabili a causa della diffidenza da parte delle aziende ad assumere persone affette da disabilità visiva, nonostante le competenze e la preparazione che esse ricevono nei corsi professionali, la questione dell’assistenza scolastica ai disabili sensoriali, trasferita dalle Provincie a Regione Lombardia, che eroga i servizi tramite le A.T.S. sul territorio e che presenta ancora purtroppo molte criticità, forse anche perchè le linee guida emanate dalla Regione sono in vigore solo da Giugno 2017 e si è ancora in una fase di sperimentazione del nuovo sistema.

Altre questioni sollevate da Flavia Tozzi riguardano la scarsa attenzione e sensibilità del personale negli uffici pubblici, dove il cieco deve spesso combattere con i distributori di numeri e le code agli sportelli. Ha inoltre denunciato l’arroganza spesso dimostrata dalle Commissioni di Verifica INPS, che, nel loro zelo di caccia ai falsi invalidi, finiscono per umiliare quelli veri, sottoponendoli a pressanti interrogatori e mettendoli spesso a disagio.

Quasi sempre si tratta di persone anziane, in una fase depressiva a causa delle grosse difficoltà che devono affrontare per venire a patto con una vita da ciechi, dopo aver vissuto un’esistenza da vedenti nella quale svolgevano senza difficoltà le normali azioni quotidiane.

Su questi temi e su altri ancora, come la difficoltà di accedere agli impianti sportivi della città e i problemi causati dall’incuria della gente nel parcheggiare e nel lasciare biciclette e altro sui marciapiedi.

La Presidente Tozzi ha quindi ringraziato tutti coloro che prestano la propria opera a favore di ciechi e ipovedenti, le impiegate Floriana e Giulia per la professionalità con cui svolgono il loro quotidiano lavoro presso la sezione e la loro immensa disponibilità e sensibilità verso tutti coloro che si rivolgono all’ufficio di via Palestro.

Infine, ha esortato tutti i presenti a devolvere il loro 5 per mille all’U.I.C.I. di Cremona, inserendo nell’apposita casella sulla dichiarazione dei redditi il codice fiscale 80006560199, per dare un piccolo contributo alle iniziative svolte dall’Unione e per garantire ad essa di proseguire nella fornitura dei servizi erogati a tutti i ciechi e ipovedenti sul territorio.

A tal proposito, presso la sede di via Palestro 32, sarà anche possibile per i cremonesi che volessero dimostrare la loro sensibilità e solidarietà, acquistare i biglietti della lotteria di Primavera, costo 2 euro, il cui primo premio consiste in un buono per l’acquisto di una autovettura e che serviranno a finanziare i campi estivi per ragazzi affetti da disabilità visive o da pluridisabilità.

Ringraziamo anticipatamente quanti sceglieranno di aiutarci!

UICI Cremona, La Presidente Flavia Tozzi

200 visite

Articoli correlati