Martedì, 02 giugno 2020 - ore 13.16

RSA situazione insostenibile Cgil-Cisl- Uil Cremona chiedono incontro urgente al Prefetto, alla AST , ad ASST ed Arsac.

Un pressante e drammatico appello volto a tutelare le figure più deboli ( gli anziani ricoverati nelle RSA) e tutti gli operatori.

| Scritto da Redazione
RSA situazione insostenibile Cgil-Cisl- Uil Cremona chiedono incontro urgente  al Prefetto, alla AST , ad ASST ed Arsac.

RSA situazione insostenibile Cgil-Cisl- Uil Cremona chiedono incontro urgente  al Prefetto, alla AST , ad ASST ed Arsac.

L’ emergenza sanitaria che sta creando un contesto insostenibile nelle RSA e nei Servizi Domiciliari della Provincia di Cremona, le scriventi Segreterie di CISL e UIL, unitamente alle Federazione dei Pensionati di Cgil, Cisl e Uil e alle Uil Fpl, ritengono urgente un incontro in video conferenza e l’ASST, al fine di comprendere quali siano  i reali impatti del Covid-19 su ospiti e operatori (a tutti i livelli) delle RSA.

la quantità di contagi e di decessi che si verificano quotidianamente RSA della provincia di Cremona, ha superato il limite, oltre il quale sarà a diffusione del coronavirus. La diffusione prepotente del socio assistenziali e nei domicili degli operatori, necessario un vero cambio di strategia al fine di salvaguardare le figure mediche ovunque esse siano collocate e

Un pressante e drammatico appello volto a tutelare le figure più deboli ( gli anziani ricoverati nelle RSA)  e tutti gli operatori.

Continua il comunicato di Cgil-Cisl-Uil : “arrivati a questo punto, diventa più che mai necessario far emergere il quadro reale della situazione che sta affliggendo le RSA della Provincia, le operatrici e gli operatori sono impauriti così come gli Ospiti i quali stanno ulteriormente soffrendo una spaventosa solitudine. E' indispensabile un pronunciamento in tal senso di ATS, per rispetto degli Ospiti, delle loro famiglie e per le centinaia di operatrici ed operatori che quotidianamente garantiscono la continuità del servizio. Chiediamo inoltre, di conoscere tempi, modalità ed ambiti territoriali in cui verranno istituite le Unità Speciali per la Continuità Assistenziale (USCA), a supporto delle attività dei di Medicina Generale (MMG) e dei Pediatra di Libera Scelta (PLS) indispensabili al potenziamento della presa in cura e la sorveglianza sanitaria territoriale e domiciliare dei pazienti COVID 19 per i quali non risulta necessario il ricovero ospedaliero attivati i servizi domiciliari.

 CGIL Cremona /CISL Asse del Po / UIL Cremona-Mantova

 M.Pedretti/M.Arcari P. Rancati P.Soncini

Cremona 10 aprile 2020

In allegato i testo completo del comunicato

Allegati Pdf:

Allegato PDF 1

415 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online