Lunedì, 21 ottobre 2019 - ore 20.01

Send her back (rimandala indietro) gridano i fans di Donald Trump |Oscar Bartoli

Questo il Twitter di risposta della parlamentare democratica Ilhan Omar entrata nel mirino della violenta e volgare polemica comiziale di Donald Trump

| Scritto da Redazione
Send her back (rimandala indietro) gridano i fans di Donald Trump |Oscar Bartoli

Send her back (rimandala indietro) gridano i fans di Donald Trump |Oscar Bartoli 

Questo il Twitter di risposta della parlamentare democratica Ilhan Omar entrata nel mirino della violenta e volgare polemica comiziale di Donald Trump

Puoi uccidermi con le tue parole....

You may shoot me with your words,

You may cut me with your eyes,

You may kill me with your hatefulness,

But still, like air, I'll rise

Maya Angelou

Le immagini dell'ultimo comizio in North Carolina che mostrano decine di migliaia di fanatici urlare e applaudire ogni parola del loro amato presidente sovranista, devono essere considerate sotto due punti di vista:

1) il continuo e costante incitamento all'odio e' benzina sul fuoco che Donald Trump getta in ogni occasione per mantenere alto il livello della sua popolarità televisiva e nel contempo distogliere l'attenzione del grande pubblico dal continuo emergere di addebiti criminali a carico dei suoi più stretti collaboratori, familiari e su lui stesso.

2) Donald Trump si rivolge massicciamente a quel 30% dei votanti americani che gli hanno giurato fedeltà perché, secondo il loro elementare metro di giudizio, il presidente li garantisce come uomini bianchi , diventati anche loro gente di "colore".

"Send her back" intonano decine di migliaia di manifestanti affascinati da un clown che compendia in un solo individuo le patologie di una cultura allo sbando come quella americana fatta di grossolane sintesi di fenomeni sociali complessi.

Invocare a piena voce la deportazione oltre i confini di chi si permette di esplicitare un democratico dissenso è un campanello di allarme che dovrebbe far riflettere il restante 70% degli aventi diritto al voto, tra i quali le decine di milioni di assenteisti dalle cabine elettorali.

Il presidente americano ogni giorno tira fuori dal cilindro una provocazione sulla quale dovranno arrovellarsi i media a lui favorevoli e quelli istituzionalmente contrari.

Ma per chi ha gli occhi ancora validi per vedere questa campagna di offese fatte da un personaggio incolto, indisponente, incapace, sgomenta il raffronto con quell'America che cinquant'anni fa riuscì a far calpestare il suolo lunare da parte dei suoi coraggiosi astronauti.

"Mala tempora currunt" dicono gli osservatori politici più pessimisti.

Ci sono tutti gli elementi per uno scontro frontale tra le opposte componenti della popolazione americana che ha perduto il riferimento a quel

"E Pluribus Unum" il motto che definisce la complessità etnica dell'America. (Oscar)

Letter from Washington DC

Fonte : https://oscarb1.blogspot.com/2019/07/puoi-uccidermi-con-le-tue-parole.html 

 

525 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online