Venerdì, 23 aprile 2021 - ore 09.39

Studio epidemiologico a Cremona ancora nello stallo. Degli Angeli (M5s Lomb)

Presentata interrogazione in aula: “Questione fondamentale per la salute dei cittadini. Dopo anni di silenzi è giunto il momento di dare risposte concrete”

| Scritto da Redazione
Studio epidemiologico a Cremona ancora nello stallo. Degli Angeli (M5s Lomb)

Studio epidemiologico a Cremona ancora nello stallo. Degli Angeli (M5s Lombardia)

Presentata interrogazione in aula: “Questione fondamentale per la salute dei cittadini. Dopo anni di silenzi è giunto il momento di dare risposte concrete”

In merito all’annoso e ancora incompleto studio epidemiologico cremonese, il consigliere regionale M5s Lombardia Marco Degli Angeli ha depositato un’interrogazione con risposta in aula. “Ho più volte chiesto informazioni in merito allo studio, ma ad oggi l'unica cosa certa è una sola: dopo 4 anni lo studio non è ancora stato completato. È arrivato il momento di fornire risposte e tempistiche certe”.

L’appuntamento è fissato per martedì prossimo, 19 gennaio, durante la seduta del consiglio regionale. “Ora Regione dovrà dirci cosa intende fare per sbloccare una situazione surreale. Uno stallo inaccettabile e ci aspettiamo che ATS fornisca dei tempi certi. Troppi ritardi, troppa inerzia, anche da parte dal comune di Cremona, che invece dovrebbe pretenderne il suo solerte completamento come promesso in campagna elettorale”.

A rafforzare il fronte del consigliere Degli Angeli, ci sono i dati sanitari preoccupanti. “Dati ambientali - spiega il consigliere -, che mettono Cremona all'ultimo posto per qualità dell’aria. Un fatto di per sé grave e reso ancor più gravoso, se si considera che in provincia non esistono studi epidemiologici aggiornati e, i numeri di alcune patologie sono preoccupanti . Visto e considerando che solidi studi scientifici hanno palesato una correlazione tra inquinamento e peggioramento clinico, la necessità di tale studio, per Degli Angeli, diventa una priorità da non procrastinare ulteriormente, soprattutto perché molte aree della provincia sono sature. “I cittadini - dichiara - hanno diritto a conoscere eventuali correlazioni tra il loro stato di salute e l’inquinamento. Questo studio è altresì fondamentale anche per agire da subito per una nuova e rinnovata pianificazione territoriale e sanitaria. Non ci si può girare dall'altra parte e soprattutto - puntualizza il consigliere M5s, lo studio andrebbe esteso anche nelle altre aree della provincia. Sia nel cremasco sia a Casalmaggiore, dove i profili di salute di certo non lasciano tranquilli”.

Sono passati 2 anni dall'ultima audizione di ATS Valpadana in merito allo studio epidemiologico, avvenuta il 16 gennaio 2019. Nulla è cambiato, nonostante fossero stati delineati dati preoccupanti e si fosse evidenziata la necessità di completare lo studio con l'implementazione di un modello di ricaduta delle polveri. “Ora che il professor Ricci (ex responsabile dello studio epidemiologico ndr) è andato in pensione, mi chiedo se e con quali tempistiche lo studio verrà ripreso e completato. Non vorremmo trovarci nel 2022 ancora nella stessa situazione”.

 

233 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online