Lunedì, 19 novembre 2018 - ore 04.44

Tec Cremona Alessandro Mattinzoli al CRIT Oggi competitività significa innovazione digitale

L’incontro tra l’Assessore di Regione Lombardia allo Sviluppo economico, Alessandro Mattinzoli, e i 400 addetti del CRIT – Polo per l’Innovazione Digitale di Cremona.

| Scritto da Redazione
Tec Cremona Alessandro Mattinzoli al CRIT Oggi competitività significa innovazione digitale Tec Cremona Alessandro Mattinzoli al CRIT Oggi competitività significa innovazione digitale

Tec Cremona Alessandro Mattinzoli al CRIT Oggi competitività significa innovazione digitale

Un incontro informale, di sostanza, basato su un’idea di sviluppo che prende forma in un edificio, un progetto e un ecosistema territoriale.

E’ questo, in sintesi, il distillato dell’incontro tra le aziende e gli operatori residenti al CRIT di Cremona e l’Assessore regionale Alessandro Mattinzoli, in visita ieri a Cremona nell’ambito di una serie di incontri istituzionali.

L’assessore ha chiesto espressamente di visitare il building di tre piani nell’area rigenerata di 13.000 mq, in cui sorgeva il macello comunale, ora trasformata in un punto di riferimento per lo sviluppo territoriale di Cremona in chiave digitale. Un edificio smart, a basso consumo energetico e con i massimi standard di sicurezza ove lavorano oltre 400 addetti nei settori dell’ICT, con una media di età inferiore ai 30 anni.

Il Polo nasce a valle di un percorso avviato alcuni anni fa da aziende, dal Comune di Cremona e dal Campus del Politecnico di Milano, di cui la Regione Lombardia ha seguito i passi principali della sua evoluzione, dall’idea (2013) all’inaugurazione (2017): il riconoscimento della progettualità (Bando ASTER) fino al finanziamento dell’Accordo di competitività, unico progetto regionale dedicato alla digital innovation, promosso da Microdata Group, LineaCom (LGH/A2A) e Mailup Group e  dedicato al 'Sistema innovativo di Big Data Analytics'. 

“La visita di oggi dell’Assessore Mattinzoli, che ringraziamo sentitamente – sono le parole di Carolina Cortellini, presidente del CRIT, anche a nome del CdA, in cui siedono Matteo Monfredini (Mailup) e Gerardo Paloschi (LGH/A2A) - ci conferma  della bontà degli sforzi che stiamo compiendo a Cremona: una nuova e importante opportunità per dare concretezza all’idea di futuro per i giovani e il tessuto produttivo.”

Una opportunità che ha trovato la propria identità nella Smartland, ovvero la creazione di un modello territoriale ampio, consapevole e inclusivo, dove operano insieme aziende e startup, istituzioni e università, con un’attenzione specifica alla coesione sociale e all’accessibilità, alla fruibilità dell’ambiente e del paesaggio, alla valorizzazione delle eccellenze locali, alla diffusione di una conoscenza attraverso processi collaborativi, formativi e inclusivi.

 

398 visite

Articoli correlati