Venerdì, 25 settembre 2020 - ore 08.59

Uisp per la parità di genere negli incarichi sportivi

L'UISP PER LA PARITÁ DI GENERE NEGLI INCARICHI SPORTIVI. IL PROVVEDIMENTO SUL LIMITE DEI MANDATI SPORTIVI SIA OCCASIONE PER AVERE PIÙ DONNE NELLA GOVERNANCE SPORTIVA

| Scritto da Redazione
Uisp per la parità di genere negli incarichi sportivi

In questi giorni si sta discutendo in Parlamento la proposta di legge "Modifiche al decreto legislativo 23 luglio 1999, n. 242, in materia di limiti al rinnovo dei mandati degli organi del Comitato olimpico nazionale italiano (Coni) e delle Federazioni sportive nazionali. (approvata dal Senato) (3960)". Il provvedimento fissa la durata massima dei mandati per il presidente del Coni e presidenti delle Federazioni sportive proponendo che vi sia un massimo di tre mandati.

All'interno di questa legge si invitano il Coni e le Federazioni sportive a promuovere la parità di genere all'interno dei gruppi dirigenti. La Uisp chiede che vi sia maggiore coraggio ed attenzione su questi temi. Occorre andare oltre al solo invito e chiedere scelte concrete, azioni e norme antidiscriminatorie che favoriscano la presenza delle donne negli organismi dirigenti del Coni e delle Federazioni, del sistema di governo dello sport.

La Uisp è da sempre in prima fila su questi temi e continua il proprio impegno per le pari opportunità nello sport e nel governo del sistema sportivo.

Dare attuazione concreta alla Carta europea dei diritti delle donne nello sport rappresenta il nostro obiettivo politico: arrivare ad una parità di genere negli organismi dirigenti dello sport italiano. L'Uisp sta facendo la sua parte ed é raddoppiata la presenza di donne alla guida dei nostri Comitati territoriali e regionali. Il nostro impegno continua e siamo consapevoli che ancora molto abbiamo da fare per le pari opportunità di genere. Chiediamo uno sforzo a tutto il sistema sportivo, anche nell'approvare questa legge.

Chiediamo al Governo e al Parlamento di dare seguito all'interesse dimostrato con l'approvazione della mozione a sostegno della Carta europea dei diritti delle donne nello sport, avvenuta nel marzo del 2014, nella quale l'Uisp, insieme a decine di rappresentanti di Enti Locali ha chiesto al Governo un impegno per la presenza delle donne negli organismi dirigenti del sistema sportivo del nostro Paese.

730 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online