Lunedì, 16 settembre 2019 - ore 16.03

Verso l'assemblea territoriale cremonese de La Sinistra

Dopo l'assemblea nazionale che si è tenuta a Roma il 9 giugno, anche a Cremona avrà luogo un confronto condiviso in seguito alla sconfitta elettorale

| Scritto da Redazione
Verso l'assemblea territoriale cremonese de La Sinistra

Dopo l'esito negativo del voto, si è tenuta a Roma, nella giornata del 9 giugno presso il Teatro dei Servi, un'Assemblea Nazionale informale e aperta della Lista La Sinistra. Sulla base dell'invito dei promotori e dei candidati, oltre 400 attivisti/e da tutta Italia hanno dato vita ad un primo momento di riflessione e rilancio dell'impegno per la costruzione del nuovo progetto politico unitario.

"Il Cambiamento necessario. Ripartiamo dalla sconfitta, andiamo avanti". Questo il filo conduttore della totalità degli interventi, che hanno variamente argomentato e unanimemente riaffermato la volontà di costruzione e la necessità di promozione di un soggetto italiano unitario e innovativo della sinistra europea, quale componente essenziale di un "terzo spazio" alternativo al neoliberismo e al nazionalismo in Italia e in Europa.

Gli intervenuti hanno affrontato l'analisi della campagna elettorale e del voto, interrogandosi sulle condizioni e sulle ragioni delle scelte di tanta parte delle classi popolari, del mondo del lavoro, dei giovani, ai cui bisogni e alle quali aspirazioni non abbiamo saputo corrispondere, non apparendo sufficientemente credibili ed efficaci.

Molti i temi sollevati, così come i ragionamenti proposti: dal lavoro all'ambiente, dalla cultura alla solidarietà, dalla formazione al welfare, dai diritti sociali alle libertà civili, dall'immigrazione alla partecipazione, dalla nonviolenza alla democrazia, alla pace.

In conclusione, l'Assemblea ha proposto di avviare una indispensabile fase di discussione dal basso tra le attiviste e gli attivisti, promuovendo un grande lavoro approfondito e capillare di confronto e di ricerca sulle prospettive della Sinistra a partire dai territori, col protagonismo delle persone, nella relazione con la società.

L'Assemblea ha anche individuato alcune priorità di impegno politico per i prossimi mesi, dall'analisi del quadro europeo espresso e riplasmato dal voto alla critica delle forme inedite dell'offensiva di neoliberisti e nazionalisti contro diritti e democrazia, eguaglianza e libertà di tutte e tutti.

In particolare, nella specifica contingenza italiana, si è ribadita la necessità di articolare l'opposizione alle politiche autoritarie e antipopolari del Governo giallo-bruno e sono state proposte campagne d'opinione al fianco delle lotte dei lavoratori e dei movimenti sociali, ambientali e di genere; contro la flat tax, l'autonomia differenziata, il decreto Salvini e le annunciate controriforme della sanità e della giustizia.

Sul piano operativo, evitando al momento qualsiasi forzatura organizzativista e ogni formalizzazione dirigista, si è convenuto che nella fase transitoria la tessitura e l'iniziativa della rete informale de La Sinistra verrà coordinata e garantita dal gruppo di contatto delle/del capolista con tutte le candidate e i candidati della lista.

Nel mese di settembre, un appuntamento nazionale adeguatamente preparato e articolato aggiornerà il confronto sulla base delle indicazioni emerse negli incontri territoriali, sia attraverso una articolazione tematica dell'elaborazione collettiva che giungendo ad un primo momento decisivo di verifica sulla prospettiva politica del progetto unitario.

In questo quadro, nei prossimi giorni, si terrà anche a Cremona una nuova ASSEMBLEA TERRITORIALE APERTA di aderenti e simpatizzanti, quale primo passaggio condiviso di confronto e orientamento collettivo dopo la sconfitta elettorale tra tutte le persone e le organizzazioni interessate e disponibili ad avviare una nuova fase costituente per far vivere anche in Italia una nuova forza autonoma e unitaria dell'alternativa di/a/da sinistra.

 

309 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online