Domenica, 14 aprile 2024 - ore 12.51

Verso un’Europa dei diritti per tutti | Antonio Panzeri

| Scritto da Redazione
Verso un’Europa dei diritti per tutti | Antonio Panzeri

Il modello sociale europeo è uno dei più avanzati al mondo.
Tuttavia, rimangono forti differenze fra un Paese e l’altro. Esiste una disparità di diritti fra chi ha la fortuna di godere di un welfare estensivo e chi, invece, può contare soltanto su garanzie limitate.

Questo nodo è stato affrontato dai sindacati  che hanno lanciato una forte azione di sensibilizzazione a livello europeo.

In particolare, è stata lanciata un’iniziativa dei cittadini europei (ICE) per portare al centro del dibattito la questione dell’accesso alle cure mediche di lunga durata.

Si tratta di un tema importante, che riguarda soprattutto la popolazione anziana e gli individui che non possono contare sul supporto familiare.

Occorre proteggere le persone più vulnerabili costruendo un quadro di diritti che assicuri l’uguaglianza di accesso alle cure e le pari opportunità e questo può avvenire soltanto tramite un’armonizzazione della legislazione europea in materia.

L’Europa si trova di fronte ad una vera e propria sfida demografica.Nei prossimi anni, a fronte di un calo della forza lavoro, aumenterà invece il numero di persone anziane che avranno bisogno di un sistema di welfare moderno ed efficiente.

Si tratta non soltanto di una questione di dignità, ma anche dell’unico modo per riconoscere l’importante ruolo che gli anziani possono rivestire all’interno della propria famiglia e nella società.

Per questo abbiamo proposto la predisposizione di una Carta dei diritti delle persone fragili e non autosufficienti, che ponga le basi per un coordinamento europeo delle politiche di invecchiamento attivo e di welfare, salvaguardando i diritti fondamentali di tutti i cittadini UE.

Antonio Panzeri

Parlamentare Europeo del PD

2014-03-19

1392 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria

BRUXELLES\ aise\ L’INTELLIGENZA ARTIFICIALE PER LA PREVENZIONE E LA CURA DEL CANCRO: 35 MILIONI DI EURO DALL’UE

BRUXELLES\ aise\ L’INTELLIGENZA ARTIFICIALE PER LA PREVENZIONE E LA CURA DEL CANCRO: 35 MILIONI DI EURO DALL’UE

La Commissione europea ha aperto oggi, 9 luglio, un invito a presentare proposte, con uno stanziamento di 35 milioni di euro, a favore dello sviluppo dell’analisi delle immagini medicali per la diagnosi del cancro, basata sull’intelligenza artificiale, e di altri strumenti e tecniche di analisi per la prevenzione, la previsione e la cura delle forme più comuni di cancro.