Mercoledì, 01 aprile 2020 - ore 10.48

A cinquant’anni da Stonewall, il cuore di Lucca si tinge di arcobaleno

All’Agorà una mostra fotografica che ripercorre i moti per i diritti

| Scritto da Redazione
A cinquant’anni da Stonewall, il cuore di Lucca si tinge di arcobaleno

A cinquant’anni da Stonewall, il cuore di Lucca si tinge di arcobaleno

All’Agorà una mostra fotografica che ripercorre i moti per i diritti

A cinquant’anni dai moti di Stonewall (le manifestazioni che a New York avviarono le rivendicazioni di gay, lesbiche e transessuali contro le discriminazioni, che allora erano fortissime) il cuore di Lucca si tinge di arcobaleno.

Da sabato prossimo (29 giugno) fino al 13 luglio, il chiostro del Centro culturale Agorà ospiterà infatti la mostra fotografica “Stonewall 1969. La rivolta, dove tutto ebbe inizio”, curata da Andrea Zucchini. L’iniziativa è promossa dall’associazione LuccAut, insieme al Comune di Lucca e al gruppo Arcigay “Orlando” di Brescia, e rientra negli eventi ufficiali del Toscana Pride 2019. L’inaugurazione della mostra, aperta naturalmente a tutti i cittadini, è in programma sabato prossimo, alle ore 17,00: parteciperanno, tra gli altri, il referente del sindaco di Lucca per i diritti Daniele Bianucci, l’assessora alle politiche di genere e alla continuità della memoria storica Ilaria Vietina e l’assessore alla cultura Stefano Ragghianti.

“Le continue oppressioni e vessazioni della polizia newyorkese portarono, esattamente cinquant’anni fa, alla risposta esasperata di Sylvia Riveira – ricorda Romina Incorvaia, presidente di LuccAut - Si dice che fu lei a far scoccare la scintilla, che accese la rivolta della comunità omosessuale del tempo. Il movimento LGBT al pari delle donne suffragette della Londra dell’800 o al gesto di Rosa Parks di non alzarsi, per i diritti dei neri, inizia da un atto rivoluzionario. Gli anni '68 - '69 furono rivoluzionari: le foto in mostra illustrano proprio gli arresti della polizia per cross-dressing, la rivolta, il primo Gay Pride del 1970 ma anche il riconoscimento dello Stonewall Inn come Monumento Nazionale Americano il 24 giugno 2016 da parte dell’amministrazione Obama. Questo allestimento serve come monito e come ricordo alla nostra comunità LGBT, ma anche a chi non è omosessuale e capire come nacque il movimento LGBT e serve anche a comprendere quanta strada rimane ancora da fare”.

La mostra fotografica, (gratuita, libera e aperta a tutti) sarà visitabile durante l'orario di apertura della struttura bibliotecaria, fino a sabato 13 luglio compreso: lunedì dalle ore 15 alle ore 19:30; da martedì a venerdì, dalle ore 9,00 alle ore 19:30, sabato, dalle ore 9,00 alle ore 13:30.

314 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online