Domenica, 19 maggio 2019 - ore 12.37

A Gussola chiuso il premio Eridanos 2018 – Resoconto delle premiazioni

Dopo i saluti del sindaco di Gussola, Stefano Belli Franzini, si è proceduto alla proclamazione delle opere vincitrici, da parte di Letizia Frigerio e di Stefano Prandini, che hanno anche intervistato gli autori presenti in sala.

| Scritto da Redazione
A Gussola chiuso il premio  Eridanos 2018 – Resoconto delle premiazioni A Gussola chiuso il premio  Eridanos 2018 – Resoconto delle premiazioni A Gussola chiuso il premio  Eridanos 2018 – Resoconto delle premiazioni A Gussola chiuso il premio  Eridanos 2018 – Resoconto delle premiazioni

A Gussola chiuso il premio  Eridanos 2018 – Resoconto delle premiazioni

Sabato 15 settembre, presso la Sala Giovanni Paolo II di Gussola,  particolarmente gremita di pubblico, si sono tenute le premiazioni  della dodicesima edizione del Premio Eridanos, organizzato dal Circolo Arcibassa. 

Dopo i saluti del sindaco di Gussola, Stefano Belli Franzini, si è proceduto alla proclamazione delle opere vincitrici, da parte di Letizia Frigerio e di Stefano Prandini, che hanno anche intervistato gli  autori presenti in sala. 

Per la sezione Poesia in lingua italiana, il primo premia è andato a “Orizzonti e nuvole” Nunzio Buono; il secondo premio a “Chiedo scusa”  di Stefano Baldinu, mentre le opere segnalate sono state “Senza amore”  di Rodolfo Vettorello e  “In morte di figlio” di Gianni Di Claudio. 

Per la sezione Poesia dialettale, il primo premio è andato a “I vegi che zuga a e boce”  di Stefano Baldinu, il secondo premio a “Dispiarduts” di Francesco Indrigo, mentre le opere segnalate sono state  “La me strada incantada”  di Ornella Fiorini e “1940” di Elena Maneo. 

Per la sezione “Racconti brevi” il primo premio è andato a “Soltanto un lupo”  di Gabriele Andreani, il secondo premio a “Ogni vita parla”  di Tatiana Neri, mentre le opere segnalate sono state “La fame e il coraggio”  di Claudio Botteone e “Il cassetto” di Franca Tamai.

Nella sezione Green (giovani fino a 20 anni) ci sono stati ottimi risultati per due studenti casalaschi del Liceo Classico “Romani”: Klizia Rossini, di San Giovanni in Croce, che ha ottenuto il secondo premio con la poesia “Riflesso” e Riccardo Penci, di Rivarolo del Re, che ha ottenuto una segnalazione per la poesia “Porto di vita” .  Il primo premio è andato a “Guerrino” di Rossella Dosso, mentre l’altra opera segnalata è stata “Notte d’estate”  di Antonio Tolentino.  

 La giuria ha inoltre assegnato il premio “ Giancarla Assandri” ad Agostino Melega, in considerazione della sua preziosa opera di salvaguardia della cultura e del dialetto cremonese; nell’occasione Melega ha dialogato con Gaimpietro Tenca, poeta e cultore del dialetto locale.

 In serata, dopo il ricco buffet offerto dagli organizzatori, è andata in scena la pièce teatrale “ Cuore…infranto” recitata dagli attori del corso di teatro “Si può fare!!!” condotto da Chiara Tambani.

800 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online