Venerdì, 03 dicembre 2021 - ore 11.40

A Milano la prima biobanca di Covid-19

Potenzierà ricerca

| Scritto da Redazione
A Milano la prima biobanca di Covid-19

A Milano la prima `biobanca´ di Covid-19. A dare avvio al progetto sono l’università degli Studi del capoluogo lombardo e l’Asst Fatebenefratelli-Sacco. La Banca biologica raccoglierà e conserverà campioni di sangue e tessuti relativi al Covid-19 e farà da trampolino di lancio alla ricerca sul virus Sars-CoV-2, per lo studio e lo sviluppo di strategie diagnostiche e terapeutiche incluse quelle di tipo vaccinale, spiegano i due enti promotori. Il progetto può contare su una maxi donazione di oltre 800 mila euro da parte di Banco Bpm. La sede fisica della Banca biologica di Covid-19 sarà all’ospedale Sacco, in uno spazio di circa 280 metri quadrati al piano interrato del Padiglione 62. E completa l’intervento il potenziamento della piattaforma tecnologica per lo stoccaggio e alimentazione di ossigeno liquido a servizio della struttura sanitaria. La biobanca sarà gestita grazie al know how dei docenti e dei ricercatori della Statale di Milano. Verrà realizzato un locale per l’accettazione dei campioni; un locale dedicato alla Biobanca vera e propria, su una superficie complessiva netta di circa 170 metri quadrati, in grado di ospitare nel tempo fino a oltre 18 contenitori criogenici, anche se per cominciare nella prima fase è prevista la posa di un lotto di 6 contenitori criogenici; un locale congelatori, sempre destinato alla conservazione di materiali; e infine un locale impianti tecnologici a servizio della biobanca.

 
682 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria