Sabato, 03 dicembre 2022 - ore 13.12

A Milano WEmbrace Sport, l'evento inclusivo di Bebe Vio

Campioni olimpici e paralimpici e tanti vip all'Allianz Cloud

| Scritto da Redazione
A Milano WEmbrace Sport, l'evento inclusivo di Bebe Vio

Campioni olimpici e paralimpici, schiacciate a canestro e colpi di fioretto, la pallavolo e il calcio.

 All'Allianz Cloud di Milano è andata in scena la seconda edizione di WEmbrace Sport, l'evento sportivo con finalità benefica organizzato dalla schermitrice Bebe Bio e da art4sport, l'associazione fondata nel 2009 dai genitori di Bebe.

Gli atleti presenti, campioni di oggi e di ieri del mondo dello sport, si sono sfidati in quattro discipline diverse: calcio, basket, scherma e pallavolo. La novità di quest'anno è la presenza di un team internazionale (International Stars) formato da professionisti provenienti da tutto il mondo che hanno gareggiato contro le squadre italiane.

    La serata, dopo lo spettacolo della crew di freestyle Da Move, è iniziata in punta di spada. In pedana i campioni si sono esibiti motivati da Bebe Vio e sotto gli occhi della specialista del fioretto Margherita Granbassi e della campionessa del mondo Arianna Errigo presente in platea.

    La partita di calcio, invece, ha visto in campo, tra gli altri, gli ex campioni brasiliani del Milan Serginho e Dida allenati da Fabio Capello, e Maurizio Ganz, Cristian Zaccardo e Regina Baresi, figlia dello ex storico capitano rossonero Franco, tra le fila del team italiano allenato dal Ct Roberto Mancini e da Walter Zenga.

    Presenti anche il vicepresidente dell'Inter Javier Zanetti e il presidente del settore tecnico della Figc Demetrio Albertini che hanno regalato a Bebe Vio due maglie, una nerazzurra e una del Milan. Con loro anche il presidente del Coni Giovanni Malagò.

    Lo show è continuato con l'esibizione di basket, a cui hanno partecipato anche alcuni cestisti dell'Olimpia Milano come Giampaolo Ricci e Kyle Hines, e con quella di pallavolo con i campioni del mondo Yuri Romanò e Francesco Recine.

    "La figata - ha commentato Bebe Vio - è vedere come, se dai a tutti la possibilità di giocare a pari condizioni, il concetto di disabilità viene meno e quello che rimane sono atleti professioni che si sfidano ad altissimo livello".

    Durante l'evento sono stati annunciati ufficialmente gli atleti che comporranno il team di fly2paris e che proveranno a qualificarsi ai Giochi paralimpici di Parigi 2024. (ANSA).

225 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria