Venerdì, 14 dicembre 2018 - ore 09.22

A Sospiro Prosegue il 13 /4 con la proiezione di ‘Tutti a casa’ la rassegna di cinema a teatro ‘Qui in Italia’

Prosegue con la proiezione di “Tutti a casa”, capolavoro del cinema italiano per la regia di Luigi Comenicini, la rassegna di cinema a teatro “Qui in Italia, 3 film per raccontare la storia del nostro Paese”, promossa dall’Assessorato alla cultura di Sospiro, in collaborazione con Pro Loco.

| Scritto da Redazione
A Sospiro Prosegue il 13 /4 con la proiezione di ‘Tutti a casa’ la rassegna di cinema a teatro ‘Qui in Italia’

A Sospiro Prosegue con la proiezione di ‘Tutti a casa’ la rassegna di cinema a teatro ‘Qui in Italia’

Prosegue con la proiezione di “Tutti a casa”, capolavoro del cinema italiano per la regia di Luigi Comenicini, la rassegna di cinema a teatro “Qui in Italia, 3 film per raccontare la storia del nostro Paese”, promossa dall’Assessorato alla cultura di Sospiro, in collaborazione con Pro Loco.

Il secondo appuntamento è in programma venerdì 13 aprile alle ore 21 presso l’auditorium comunale di piazza Europa. Nel corso della serata verrà ricordato l’8 settembre 1943, la data che segnò l’inizio della fine della II G.M.

Il primo appuntamento è iniziato con il saluto del sindacoPaolo Abruzziche ha sottolineato l’importanza della memoria storica, patrimonio e insegnamento fondamentale per la nostra società. La proiezione del film “Torneranno i prati” di Ermanno Olmi, è stata introdotta dall’esperto di storia localeGiovanni Scottiil quale, a partire dalle cause che hanno generato il primo conflitto mondiale, ha raccontato la situazione italiana nel decennio 1910-1920, con particolare riferimento al contesto sospirese. All’epoca dell’amministrazione del sindaco Cristoforo Toffari il paese contò 62 caduti, su circa 3000 abitanti, e 20 prigionieri nei campi di concentramento.

Giovanni Scotti, collegandosi alla I^ Guerra mondiale e alla Conferenza di pace di Parigi del 1919, ha riflettuto sulle cause che determinarono la nascita dei nazionalismi e dei regimi totalitari e come i fatti di 100 anni fa abbiano determinato anche l’attuale situazione geopolitica mondiale.

378 visite

Articoli correlati