Venerdì, 03 aprile 2020 - ore 12.37

Agostino Boschiroli (Confesercenti ) Stiamo raccogliendo firme per salvaguardare il commercio di vicinato a Cremona (Video G.Carlo Storti)

In questa intervista Agostino Boschiroli ,Presidente Confesercenti della Lombardia Orientale che comprende anche Cremona, ci illustra i motivi che hanno portato la sua organizzazione a raccogliere firme affinché la pubblica amministrazione per la valorizzazione e la salvaguardia del commercio di vicinato nel comune di Cremona

| Scritto da Redazione
Agostino Boschiroli (Confesercenti ) Stiamo raccogliendo firme per salvaguardare  il commercio di vicinato a Cremona (Video G.Carlo Storti) Agostino Boschiroli (Confesercenti ) Stiamo raccogliendo firme per salvaguardare  il commercio di vicinato a Cremona (Video G.Carlo Storti) Agostino Boschiroli (Confesercenti ) Stiamo raccogliendo firme per salvaguardare  il commercio di vicinato a Cremona (Video G.Carlo Storti) Agostino Boschiroli (Confesercenti ) Stiamo raccogliendo firme per salvaguardare  il commercio di vicinato a Cremona (Video G.Carlo Storti)


Agostino Boschiroli (Confesercenti ) Stiamo raccogliendo firme per salvaguardare  il commercio di vicinato a Cremona (Video G.Carlo Storti)

In questa intervista Agostino Boschiroli ,Presidente Confesercenti della Lombardia Orientale che comprende anche Cremona, ci illustra i motivi che hanno portato la sua organizzazione a raccogliere firme affinché la pubblica amministrazione per la valorizzazione e la salvaguardia del commercio di vicinato nel comune di Cremona

Molte sono le persone che  in p.zza Stradivari , durante i giorni di mercato , al mercoledì e sabato firmano la petizione, che come spiega Boschiroli, non è contro qualcuno ma per sostenere  quelle amministrazione che si impegnano  al  non far proliferare di centri commerciali e strutture della media e grande distribuzione nel territorio comunale

La situazione  ormai appare fuori controllo. Infatti i dati  dell’Osservatorio Confesercenti della Lombardia Orientale evidenziano come la città di Cremona abbia visto crescere dell’11% il numero di negozi classificabili come medie superfici di vendita nel triennio 2016-2019. Secondo l’associazione si tratta di un record se confrontato con la dinamica delle altre zone della provincia (nel cremasco sono scese dell’1,8% e nel casalasco cresciute del 4,4%) e con la città di Milano (+5,7%).

Nello stesso periodo i negozi di vicinato nella nostra -continua Boschiroli-sono diminuiti del 3,2%, mentre sul cremasco solo dell’1%. Nel casalasco la situazione si è mantenuta stazionaria, mentre nel capoluogo di Regione questa tipologia di attività è addirittura cresciuta del 6,3%. In rapporto alla popolazione, a Cremona sono cresciuti del 33% i metri quadrati di media distribuzione commerciale (893 mq ogni 1000 abitanti). Per avere un raffronto, a Milano l’aumento è stato del 5,7%, con 538 mq ogni 1000 abitanti.

“Se si va avanti così- dice ancora Boschiroli- avendo sette/otto insegne ogni 500 metri finiremo come le banche. Non esiste un piano regolatore nel libero mercato, ognuno si batte a colpi di pricing e mark up fino a far agonizzare l'altro, ma come succede spesso in guerra, poi alla fine non vince nessuno, e ci perdono tutti”.

Video ed intervista  di Gian Carlo Storti  welfare cremona 20 febbraio 2020

Tutti gli altri video del sito del welfare li trovi qui https://www.welfarenetwork.it/video/

10593 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online