Sabato, 15 dicembre 2018 - ore 17.50

AISE AFGHANISTAN: NEL 42% DELLE FAMIGLIE MATRIMONI INFANTILI

AFGHANISTAN: NEL 42% DELLE FAMIGLIE ALMENO UN MEMBRO DELLA FAMIGLIA SI È SPOSATO PRIMA DEI 18 ANNI/ L’UNICEF LANCIA LO STUDIO SUI MATRIMONI INFANTILI

| Scritto da Redazione
AISE AFGHANISTAN: NEL 42% DELLE FAMIGLIE MATRIMONI INFANTILI

AISE AFGHANISTAN: NEL 42% DELLE FAMIGLIE MATRIMONI INFANTILI

AFGHANISTAN: NEL 42% DELLE FAMIGLIE ALMENO UN MEMBRO DELLA FAMIGLIA SI È SPOSATO PRIMA DEI 18 ANNI/ L’UNICEF LANCIA LO STUDIO SUI MATRIMONI INFANTILI

L’UNICEF e il Ministero del Lavoro, degli Affari Sociali, dei Martiri e dei Disabili (MoLSAMD) hanno lanciato il primo studio globale sul matrimonio infantile in Afghanistan perché, spiega l’agenzia, sebbene nel paese si sia registrata una riduzione dei matrimoni precoci, questa pratica rimane elevata.

Il matrimonio infantile è diminuito del 10% nell'arco di cinque anni, ma lo studio ha mostrato che nel 42% delle famiglie almeno un membro della famiglia si è sposato prima dei 18 anni. Tuttavia, esistono significative disparità regionali, che variano dal 21% delle famiglie nel Ghor al 66% in Paktia, con almeno un membro che si è sposato prima dei 18 anni.

Lo studio è stato condotto in cinque province dell'Afghanistan - Bamyan, Kandahar, Paktia, Ghor e Badghis - che rappresentano aree urbane, semiurbane e rurali.

Utilizzando metodi di ricerca sia qualitativi che quantitativi, lo studio mette in evidenza molteplici fattori alla base del matrimonio precoce, integrando gli studi già esistenti. Lo studio ha rilevato che nel 78% delle famiglie i padri sono coloro che decidono in materia di matrimonio, mentre il 55,7% degli intervistati concordano sulla necessità di consultare coloro che si devono sposare.

"Questo studio è unico, non solo si basa su studi precedenti, ma analizza il matrimonio infantile in Afghanistan da varie angolazioni, fornendo così un quadro completo di questa pratica", il commento di Faizullah Zaki, Ministro degli Affari Sociali, Martiri e Disabili dell'Afghanistan.

I risultati dello studio, concluso sotto il coordinamento del MoLSAMD, mostrano che la situazione della sicurezza, la povertà, le convinzioni profondamente radicate e le norme sociali pongono le ragazze in una posizione di svantaggio. In generale, vi è una comprensione limitata dell'impatto negativo del matrimonio precoce sulle bambine. L'attenzione si concentra spesso sull'impatto del matrimonio infantile sulla salute, con una comprensione limitata dell'impatto del matrimonio precoce su istruzione, nutrizione e partecipazione delle bambine e delle donne allo sviluppo economico.

[leggi tutto ]

 

329 visite

Articoli correlati