Giovedì, 02 dicembre 2021 - ore 19.31

Anpi Basta tentennamenti, il Governo sciolga immediatamente Forza nuova

Dopo l'assalto alla Cgil, dopo le mozioni alla Camera e al Senato, dopo l'annuncio della creazione di un gruppo di esperti, non è successo nulla.

| Scritto da Redazione
Anpi  Basta tentennamenti, il Governo sciolga immediatamente Forza nuova

Anpi  Basta tentennamenti, il Governo sciolga immediatamente Forza nuova

Si è svolta oggi la conferenza stampa promossa dal Forum delle Associazioni antifasciste e della Resistenza: "A quando lo scioglimento delle organizzazioni fasciste?".

Hanno preso la parola Gianfranco Pagliarulo (ANPI), Serena Colonna (ANPPIA), Mariapia Garavaglia (ANPC), Dario Venegoni (ANED), Massimo Villone, costituzionalista

“Dopo l'assalto alla Cgil, dopo le mozioni alla Camera e al Senato, dopo l'annuncio della creazione di un gruppo di esperti, non è successo nulla. Intendiamo rompere questo silenzio: torniamo a chiedere decisamente e formalmente al Governo lo scioglimento di Forza Nuova e delle altre organizzazioni fasciste”. Così ha esordito il Presidente nazionale ANPI Gianfranco Pagliarulo nella conferenza stampa di oggi promossa dal Forum delle Associazioni antifasciste e della Resistenza. “Lo prevede la legge Scelba - ha proseguito Pagliarulo – L'applicazione della legge non può essere condizionata dalle opportunità politiche, bisogna procedere con la massima urgenza”. Serena Colonna, segretaria generale dell'ANPPIA ha lanciato un appello ai Sindaci neo-eletti: “Si promuovano nei territori, come fatto altrove, regolamenti che stabiliscano che gli spazi pubblici vengono concessi solo ad organizzazioni che si riconoscono nel valori dell'antifascismo e che dunque ripudiano il fascismo. Fare questo significa ribadire il valore democratico delle Istituzioni”. Su quello che si sta gravemente muovendo nel Paese ossia sulle infiltrazioni fasciste nei movimenti no-vax e sulla strumentalizzazione della memoria da parte anche di rappresentanti delle istituzioni è intervenuto Dario Venegoni, presidente nazionale dell'ANED: “C'è un brutto clima in giro. Ci tengo a denunciare i vertici di orrore insopportabili che abbiamo raggiunto: è noto il vergognoso post del consigliere leghista di Lissone contro Liliana Segre; ebbene in virtù dell'art. 54 della Costituzione, noi chiediamo le sue dimissioni. Le scuse sono state tardive e inaccettabili. Bisogna ripulire le istituzioni da queste presenze”. Maria Pia Garavaglia, presidente nazionale dell'ANPC, ha lanciato una proposta legislativa: "Occorre emendare la normativa sulla toponomastica introducendo il divieto di intitolare vie piazze a personaggi compromessi col regime fascista, coi suoi crimini. Le città sono le nostre case e non si può permettere che vengano illuminate figure rappresentative di valori che contrastano con la Costituzione”. "Il Governo non può tacere” - ha sottolineato il costituzionalista Massimo Villone – si sono verificati fatti gravissimi che richiedono una decretazione d'urgenza di scioglimento di Forza nuova a meno che il Governo non voglia nascondersi dietro gli esperti che ha incaricato”. Sulla decretazione d'urgenza si sono espressi positivamente anche i deputati Andrea De Maria e Emanuele Fiano e la Senatrice Monica Cirinnà presenti alla conferenza stampa.

L'UFFICIO STAMPA ANPI

148 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online