Martedì, 17 maggio 2022 - ore 13.44

Coldiretti Cremona: Passepartout, il valore dell’origine dei cibi

Incontro tra gli alunni e gli agricoltori. Agli alunni delle classi prima A e B della scuola primaria Manzoni diciamo: siete stati bravissimi. Strepitosi

| Scritto da Redazione
Coldiretti Cremona: Passepartout, il valore dell’origine dei cibi

“Agli alunni delle classi prima A e B della scuola primaria Manzoni diciamo: siete stati bravissimi. Strepitosi. E nel contempo rivolgiamo un grazie forte e sincero alle insegnanti, perché è certamente merito loro se i bambini si sono accostati con così grande attenzione ai temi della difesa del made in Italy, del valore di un’alimentazione sana e sicura, dell’origine certa dei cibi, della tutela dell’ambiente e del territorio. Siamo orgogliosi di aver preso parte a questa iniziativa, che perfettamente si è inserita nell’impegno di Coldiretti di dialogare con alunni e studenti, in merito ai temi che più ci sono cari”. Paolo Voltini, Presidente di Coldiretti Cremona, sottolinea la soddisfazione per l’incontro tra agricoltura e scuola avvenuto nell’ambito del progetto “Passepartout: proposte, attività, servizi e strumenti di orientamento”, promosso dal Comune di Cremona e frutto di un'importante sinergia tra Informagiovani e Politiche Educative. L’occasione, stamattina, è stato il momento di restituzione finale e premiazione dei percorsi di conoscenza del territorio dal punto di vista economico-produttivo  nell'ambito del progetto che ha coinvolto 33 classi di ogni ordine e grado e tutte le scuole dell’infanzia cittadine.

L’appuntamento, aperto dal vicesindaco Maura Ruggeri nell’aula consigliare del palazzo comunale, gremita di bambini e ragazzi, è stato occasione per presentare il lavoro svolto nell’anno scolastico con le scuole e le aziende ed associazioni che hanno collaborato al progetto. Sono state individuate e ripercorse alcune esperienze significative per ogni ordine di scuola. Per la scuola primaria è stata scelta l'esperienza delle due classi prime della Manzoni, vissuta in sinergia con  Coldiretti e con gli agricoltori del mercato di Campagna Amica al Foro Boario di Cremona.

Con cappellino giallo d’ordinanza, sono stati gli stessi alunni a raccontare alla folta platea il loro ‘viaggio’. Sono partiti dall’incontro in classe con un funzionario di Coldiretti Cremona, che ha portato con sé una serie di prodotti acquistati al supermercato mostrando ai bambini i numerosissimi chilometri compiuti da questi prodotti per giungere da Cile, Brasile, Spagna, Marocco. Da lì, da parte dei bambini, è nato l’impegno di prestare attenzione all’origine dei cibi. Due piacevolissime giornate al Mercato di Campagna Amica, raccontate da tante foto, hanno quindi permesso l’incontro con gli agricoltori di Coldiretti e la scoperta (con l’assaggio) di cibi buoni e di stagione, che arrivano da Costa Sant’Abramo, Vescovato, Ostiano, Casalmaggiore. “Torniamo a scuola con la pancia piena…adesso sappiamo che dietro ai cibi ci può essere una faccia!” hanno scritto i bambini nella penultima slide della loro presentazione. E poi l’immagine finale: un coloratissimo (con dominante giallo) mosaico con i visi sorridenti di tutti gli agricoltori incontrati al mercato di Campagna Amica.

 

1069 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online