Mercoledì, 18 maggio 2022 - ore 04.29

CR Cavalcavia tangenziale lastra di ghiaccio. Tamponamenti e feriti.

L’ing. Marco Pagliarini ‘in ogni caso esprime profondo dispiacere per gli incidenti avvenuti, frutto non dell’incuria del servizio ma di un fenomeno (gelicidio) che non poteva essere previsto”.

| Scritto da Redazione
 CR Cavalcavia tangenziale lastra di ghiaccio. Tamponamenti e feriti.  CR Cavalcavia tangenziale lastra di ghiaccio. Tamponamenti e feriti.

 CR Cavalcavia tangenziale una lastra di ghiaccio. Tamponamenti e feriti. Pagliarini spiega.

Il malumore fra le persone coinvolte è molto forte, sia per il danno ai loro mezzi ( che dovrebbe essere risarcito dalle loro assicurazioni in rapporto al tipo di polizze) per gli infortuni che hanno subito alcuni di loro.

 Coinvolti una 15inca di mezzi fra auto e furgoni. Per alcuni danni molto pesanti . Dieci persone hanno avuto avuto bisogno delle cure dei sanitari, Nessuno è grave.

La colpa è del ghiaccio. In molti si chiedono se è stata incuria od una fatalità dovuta al repentino cambio delle condizioni del tempo I soccorritori hanno però anche raccolto , dai racconti delle persone  coinvolte, che alcuni autisti sono stati imprudenti, facendo sorpassi che non dovevano, oppure le loro vetture non erano attrezzate per l’inverno con catene o pneumatici adeguati.

 Nella sua dichiarazione , Marco Pagliarini, dirigente Aem a cui compete la manutenzione stradale per conto del Comune di Cremona sul  giornale La Provincia ( di oggi 11 dicembre) dichiara che : “  il piano di uscite preventivato e stato seguito alla lettera. Sulla base delle previsioni meteo e in particolare delle temperature più a rischio. Venerdi mattina i nostri mezzi hanno cosparso di sale tutte le strade, quartieri compresi. Il sale gettato nelle ore precedenti sarebbe dovuto essere sufficiente. Ma nelle prime ora del mattino  un fenomeno  imprevisto, legato al vento gelido che ha probabilmente provocato la formazione di lastre di ghiaccio anche in alcuni dei punti in cui era stato gettato il sale”

L’ing. Marco Pagliarini in ogni caso esprime profondo dispiacere per gli incidenti avvenuti, frutto non dellincuria del servizio ma di un fenomeno (gelicidio)  che non poteva essere  previsto.

Ovviamente si sono levate critiche anche nel confronti del comune (leggasi AEM)  che a loro dire “ non avrebbe garantito la sicurezza della strada’.

Per il momento non si segnalano iniziative politiche della minoranza consigliare.

1 foto di repertorio

2 foto Ing. Marco Pagliarini - sede aem

524 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online