Domenica, 22 maggio 2022 - ore 03.39

Crema Fabio Bergamaschi al PoloCosmesi

Fare sistema con l’obiettivo di raggiungere traguardi importanti, che in ultima analisi andranno a beneficio della città di Crema e del suo territorio.

| Scritto da Redazione
Crema Fabio  Bergamaschi al PoloCosmesi

Crema Fabio  Bergamaschi al PoloCosmesi

Fare sistema con l’obiettivo di raggiungere traguardi importanti, che in ultima analisi andranno a beneficio della città di Crema e del suo territorio. Valorizzando al contempo un settore strategico: quello della cosmesi. E’ l’impegno che si è assunto il candidato sindaco del centrosinistra Fabio Bergamaschi dopo l’incontro con Matteo Moretti, presidente del Polo della Cosmesi che proprio in città ha la sua sede operativa. Iniziando da settembre, in occasione dell’Innovation Day (la quinta edizione) che il Polo torna ad organizzare dopo il forzato stop dettato dalla pandemia Covid. L’appuntamento che si esaurisce in un giorno e che porta Crema al centro dell’interesse anche internazionale.

Il punto di partenza di quella che potrebbe prefigurarsi come una collaborazione Comune-Polo con caratteristiche continuative, che naturalmente andrebbero oltre l’appuntamento di settembre. Ne è convinto Fabio Bergamaschi, che intende promuovere una sinergia migliore.

Sollecitazioni, quelle arrivate dal presidente Matteo Moretti, che vanno tutte nella direzione della costruzione di un percorso condiviso, sul modello della realtà del Polo della cosmesi, “che è sostanzialmente un network di aziende – ha sottolineato il presidente - che offre opportunità e alla conoscenza tra noi che porta a creare legami”.

Fabio Bergamaschi ha accolto l’invito: “Crema deve fare leva sugli elementi di valore che esprime il proprio territorio. La cosmesi, come sappiamo, costituisce un patrimonio di competenze industriali che caratterizza il tessuto produttivo, protagonista mondiale del settore. Estendere la filiera anche all’alta formazione professionalizzante, creando un link più diretto tra formazione e mondo del lavoro, con l’avvio dell’ITS Produzioni Cosmetiche 4.0 presso il polo di via Bramante, è stata una scelta lungimirante ed i numeri sull’occupazione degli studenti parlano chiaro. E’ un percorso che va sostenuto e va implementato. E nell’ambito del corso ITS Nuove tecnologie per il made in Italy potrebbe trovare spazio anche il tema del packaging cosmetico. In generale, nei prossimi anni si dovrà estendere una strategia che valorizzi il settore a tutto tondo, promuovendo una diffusa cultura della bellezza. La cosmesi, la bellezza, devono diventare un brand di Crema e del suo territorio, conferendoci riconoscibilità territoriale sul piano nazionale ed internazionale. Per questo obbiettivo il ruolo del Polo della Cosmesi può essere decisivo”. Cosmesi quale valore aggiunto, da preservare.

141 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online