Martedì, 22 settembre 2020 - ore 19.21

Crema Giornata della memoria. Un passato che non si può dimenticare.

Mercoledì 27 gennaio ricorre la giornata della memoria, volta a ricordare le vittime innocenti della Shoah. Il Comune di Crema, in collaborazione con il Comitato di promozione dei principi della Costituzione Italiana, commemorerà l’occasione in due momenti. Alle ore 10:30 Piazza Duomo si riempirà di musiche e pensieri.

| Scritto da Redazione
Crema Giornata della memoria. Un passato che non si può dimenticare. Crema Giornata della memoria. Un passato che non si può dimenticare. Crema Giornata della memoria. Un passato che non si può dimenticare.

La settimana scorsa, e precisamente giovedì 21 gennaio, si è svolto presso l’aula magna dell’Università di Crema in Via Bramante un momento tutto dedicato agli studenti della nostra città. “Testimonianza di un sopravvissuto” è stato il titolo dell’incontro con Gilberto Salmoni, ultimo testimone del campo di concentramento Buchenwald in Germania. Condotto da Ilde Bottoli e seguito da un vastissimo numero di studenti, l’incontro è stato realizzato a cura di Rete Scuole Superiori Provincia di Cremona.

Mercoledì 27 gennaio alle ore 10:30 Piazza Duomo si riempirà di musiche e pensieri. Sarà una mattinata dedicata al ricordo e alla riflessione su ciò che accadde quel 27 gennaio del 1945, ma soprattutto su ciò che fu prima di quel giorno, in tutti quegli anni in cui, l’intolleranza impresse nella storia una ferita indelebile. Va in scena “Memento”: composizione corale di Balàzs ‘Arpàd con il coro e i musicisti della Scuola secondaria di primo grato “A. Galmozzi” di Crema, diretti dal maestro Gianantonio Rocco. Gli studenti proporranno, sotto il portico e sul sagrato del Duomo, letture musicate  in ricordo di prigionieri e vittime dei campi di sterminio. Alle ore 11:15 deposizione della corona di alloro da parte del Sindaco Stefania Bonaldi in Piazza Istria e Dalmazia e momento di silenzio.

Oggi tutto il mondo celebra quella data, ripromettendosi che ‘non avvenga mai più'.

“Fa male ammettere che in un passato assai recente - commenta il Sindaco Stefania Bonaldi - il mondo si macchiò dell'infamia delle leggi razziali, delle deportazioni, dei campi di concentramento e di quelli di sterminio.  Il 27 Gennaio di ogni anno però, oltre ad essere la data che simbolicamente ricorda la mostruosità di Auschwitz e degli altri lager nazisti, rappresenta un'occasione importante per non dimenticare quanto noi e i nostri figli siamo fortunati per non dover vivere ogni giorno con il terrore di essere portati via, uccisi,strappati dalle nostre famiglie e dagli affetti più cari. Abbiamo il dovere di ricordare perché proprio la memoria della tragedia impedisca di commettere ancora azioni tanto gravi'”.

Durante tutto l’anno scolastico, inoltre, agli studenti cremaschi sarà offerta la possibilità di conoscere e approfondire il significato di questa giornata anche grazie alla proiezione del film “Dritti nella tempesta” diretto da Daniele Grosso con musiche di Ottavio Bolzoni. Il film racconta tre vicende di gente comune colpite dal dramma della guerra. Numerose scuole del territorio hanno già richiesto di poter proiettare il film ai loro ragazzi.

Gli istituti che ancora non lo hanno fatto e volessero richiedere la proiezione, potranno rivolgersi all’indirizzo info@centrogalmozzi.it o telefonare al numero 339/5336187.

 

1166 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online