Sabato, 18 settembre 2021 - ore 00.54

Crema zona rossa, intensificazione controlli e messaggio sindaco

Mi rendo conto che i sacrifici chiesti sono importanti”, dichiara il sindaco di Crema, Stefania Bonaldi, “ma la convinzione di tutti è che siano davvero gli ultimi.

| Scritto da Redazione
Crema zona rossa, intensificazione controlli e messaggio sindaco Crema zona rossa, intensificazione controlli e messaggio sindaco

Crema zona rossa, intensificazione controlli e messaggio sindaco

Con oggi ( 15 marzo 2021) , entrando la regione Lombardia in zona rossa, sono consentiti nella città di Crema spostamenti esclusivamente per comprovati motivi di lavoro, salute o necessità. Gli spostamenti per far visita ad amici o parenti autosufficienti e, in generale, tutti gli spostamenti verso abitazioni private abitate diverse dalla propria non dovuti a motivi di lavoro, necessità o salute sono vietati fino al 2 aprile e nella giornata del 6 aprile 2021. Nei giorni 3, 4 e 5 aprile 2021 sarà consentito spostarsi verso un'altra abitazione privata una sola volta al giorno, tra le ore 5.00 e le 22.00, a un massimo di due persone.

Oltre a queste importanti limitazioni della mobilità individuale, la zona rossa disposta dall'ordinanza del Ministero della Salute insieme a tutte le regole del nuovo Decreto Legge del 12 marzo in merito ad attività commerciali, sport, riunioni, attività produttive, impongono prima di tutto la massima collaborazione e attenzione da parte della cittadinanza e anche una intensificazione dei controlli: la Polizia Locale sta operando in vari snodi della città per fornire le giuste informazioni ai passanti e accertare le eventuali violazioni.

“Mi rendo conto che i sacrifici chiesti sono importanti”, dichiara il sindaco di Crema, Stefania Bonaldi, “ma la convinzione di tutti è che siano davvero gli ultimi. Se l’anno scorso dovevamo limitare la nostra socialità per difenderci da un nemico sconosciuto e non avevamo altro a cui appoggiarci, oggi ci basta vedere le immagini incoraggianti, straordinarie, provenienti ad esempio da Israele per comprendere che siamo vicini a una svolta. Chiedo perciò ai cremaschi, che fin qui hanno mostrato grande senso civico e meritano un plauso, di rispettare rigorosamente le norme, partendo da quelle basilari ma che fanno la differenza: mascherina sempre e distanza con persone che non sono del proprio nucleo familiare. Una nuova zona rossa ha il sapore forse di una medicina amara, ma abbiamo visto quanto sia in grado di tenere sotto controllo il contagio. Una premessa fondamentale per la campagna vaccinale di massa”.

129 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online