Domenica, 17 novembre 2019 - ore 10.44

Cremona Il GIT di Banca Etica incontra la FIM-CISL

Il 17 febbraio, presso SpazioComune nell'ambito degli incontri che il GIT provinciale di BpE organizza con le associazioni socie, abbiamo avuto un'interessante conversazione con Omar Cattaneo, segretario della FIM-CISL dell'Asse del Po (che riunisce le provincie di Lodi, Cremona e Mantova).

| Scritto da Redazione
Cremona Il GIT di Banca Etica incontra la FIM-CISL

Dopo una breve presentazione di Banca Etica abbiamo lasciato la parola al nostro ospite. Ci ha detto in tutta onestà di aver trovato in bilancio le quote associative e di aver deciso non solo di tenerle (che di questi tempi è già un'ottima decisione), ma di voler utilizzare questa partecipazione in modo attivo. Dopo averci presentato la sua organizzazione sindacale, in particolare la FIM di cui è segretario e che riunisce i lavoratori del settore metalmeccanico, ha riconosciuto i grossi problemi cui anche il sindacato si deve confrontare nel mondo di oggi. Ha sottolineato tra l'altro che anche il sindacato fatica ad essere un soggetto fautore di cambiamento che non si limita alla gestione dell'esistente, ma propone e attua veri mutamenti di mentalità nei lavoratori, che sono ovviamente anche cittadini. Ed è partendo da questa riflessione che ha chiesto a Banca Etica di supportare la sua organizzazione sindacale nel tentativo, difficile ma non impossibile, di essere strumento di promozione di nuovi valori.

La sua idea è quella di creare una rete strutturata di soggetti che condividono una progettualità trasversale, orientata a produrre eventi da proporre in contesti molto diversi. Gli strumenti possono essere tanti: assemblee sindacali che diventano anche momenti di formazione alla finanza etica, incontri con delegati e funzionari su queste tematiche, spettacoli teatrali che veicolano i nostri messaggi e i nostri valori. L'intenzione è proporre un percorso di iniziative che segua un filo logico.

Non possiamo che essere assolutamente d'accordo con l'idea della creazione di questa rete di associazioni socie che possa fare da volano alla sensibilizzazione dei cittadini su questi argomenti, difficili certo, ma perché no, anche molto affascinanti.

L'incontro si è concluso con l'impegno di rivederci all’assemblea provinciale dopo l'estate per proporre anche ad altre organizzazioni socie (ACLI, Libera, ARCI, ...) di iniziare a tessere la rete.

E per dare un segno concreto che le idee e le forze ci sono,  segnaliamo quanto alcune associazioni di Soncino, con il sostegno del Git provinciale, stanno programmando per l'11 marzo: una vera e propria mobilitazione popolare a sostegno della finanza etica, che porterà una di loro, GasOglio,  in qualità di capofila, a divenire socia di Banca Etica.

E' un test importante, a cui con forza invitiamo a presenziare tutti i soci,  sostenitori e amici della BpE, e tra questi,  certamente,  i tanti che militano e si impegnano nel sindacato.

 

 

912 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online