Venerdì, 20 maggio 2022 - ore 15.10

Cremona : weekend di controlli movida

CARABINIERI

| Scritto da Redazione
Cremona : weekend di controlli movida

Servizio di controllo straordinario da parte dei carabinieri su tutto il territorio della provincia di Cremona per la prevenzione e la repressione dei reati in genere. La sera di sabato 5 marzo e per tutta la notte successiva, per rispondere alle esigenze di controllo legate ai fenomeni della movida del fine settimana e al fenomeno dei furti, i militari delle Compagnie di Cremona, Crema e Casalmaggiore hanno svolto un servizio straordinario nei principali luoghi di aggregazione, con particolare attenzione alle aree dei locali pubblici maggiormente frequentati e delle strade principali della provincia che ha visto l’impiego di numerose pattuglie sull’intero territorio. E ai mezzi con i colori istituzionali e ai militari in uniforme delle Stazioni e delle Radiomobili, è stato affiancato personale in abiti civili della Sezione Operativa di Cremona che hanno svolto, con diverse pattuglie, un servizio finalizzato al contrasto dei furti e vandalismi nei negozi del centro storico di Cremona di cui si è anche discusso durante l’ultimo Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica tenutosi in Prefettura. Il bilancio del servizio è di alcune persone denunciate e droga, coltelli e auto sequestrate sia penalmente che amministrativamente.

Compagnia di Cremona

Per la Compagnia di Cremona, i carabinieri di Casalbuttano e della Sezione Radiomobile hanno segnalato alla Prefettura due assuntori di stupefacenti e sanzionato amministrativamente un uomo per guida senza patente. I due assuntori di stupefacenti sono stati rispettivamente controllati in via Riglio a Cremona e a Casalbuttano. Il primo era in auto in una zona isolata e priva di illuminazione e, a seguito di perquisizione, è stato trovato in possesso di quasi 22 grammi di hashish mentre il secondo è stato controllato a bordo di un veicolo condotto da altra persona e trovato in possesso di un grammo di hashish. Sempre a Casalbuttano i militari hanno fermato un’auto condotta da uno straniero che è risultato privo di patente perché mai conseguita. Per lui una pesante sanzione amministrativa, mentre il veicolo che aveva in uso è sottoposto a fermo amministrativo.

Compagnia di Casalmaggiore

I carabinieri di Casalmaggiore sono invece dovuti intervenire e bloccare un uomo che alla guida di un veicolo stava creando un grave pericolo per gli altri utenti della strada. Infatti, la Centrale Operativa di Casalmaggiore ha ricevuto una richiesta di intervento di un conducente che aveva davanti a sé un’auto che effettuava delle manovre pericolose, in particolare rischiava di finire fuori strada e invadeva più volte la corsia opposta, rischiando un frontale con chi giungeva dalla parte opposta. L’utente ha segnalato la posizione e la direzione di marcia e due pattuglie, una dell’Aliquota Radiomobile di Casalmaggiore e una della Stazione di Solarolo, hanno intercettato il veicolo all’ingresso di Casalmaggiore, proveniente dalla provincia di Parma, ma l’uomo non si è fermato all’alt e ha anzi premuto sull’acceleratore. Ne è nato un inseguimento fino a San Giovanni in Croce dove le due pattuglie hanno costretto l’uomo a fermarsi. Il giovane ha mostrato immediatamente i sintomi di una elevata assunzione di alcolici e per questo motivo è stato sottoposto al test dell’etilometro che ha evidenziato un valore di oltre 2,00 g/l, quattro volte superiore a quanto consentito dalla legge. Inoltre, durante la perquisizione dell’auto è stato trovato e sequestrato un coltello che deteneva illegalmente. Per lui la denuncia per guida in stato di ebbrezza e per porto di oggetti atti ad offendere, il sequestro dell’auto per confisca e numerose sanzioni al codice della strada per la guida contromano e per la fuga all’alt.

 

 

Compagnia di Crema

Anche i militari della Compagnia di Crema hanno effettuato il servizio di controllo straordinario e i Carabinieri della Stazione di Romanengo hanno denunciato un uomo, con diversi precedenti di polizia a carico, per minacce aggravate, porto di oggetti atti ad offendere e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacente. Nel corso della serata di sabato, verso le 21.30, era giunta una richiesta di intervento perché a Romanengo due minori di 14 anni, per futili motivi, erano stati minacciati con un coltello da un giovane che conoscevano di vista. All’arrivo dei militari quest’ultimo si era già allontanato e le immediate ricerche hanno dato esito negativo. Intorno alle 23 è giunta alla Centrale Operativa di Crema una nuova richiesta di intervento per un giovane che minacciava con un coltello altri ragazzi nei pressi di un bar. Immediato l’intervento delle pattuglie che hanno acquisito una precisa descrizione dell’autore del fatto, scoprendo che era la persona che aveva commesso anche l'episodio delle 21.30, e poco dopo, nelle vie limitrofe, hanno intercettato e fermato il presunto aggressore mentre cercava di allontanarsi e far perdere le sue tracce. Il giovane alla vista dei militari ha gettato per terra un sacchetto subito recuperato e contenente 15 dosi di hashish, già confezionate e pronte per la vendita, un pezzo di hashish da due grammi di hashish e del cellophane per confezionare ulteriori dosi. Inoltre, i militari hanno visto il giovane lasciare sopra un davanzale un coltello che è poi stato riconosciuto come quello usato per minacciare pochi minuti prima davanti a un bar altri due giovanissimi sempre di 14 anni. Accompagnato in caserma a Romanengo l’uomo è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per minacce aggravate nei confronti dei minori, detenzione di stupefacente e porto di armi da taglio.

234 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria