Martedì, 17 maggio 2022 - ore 12.28

Cremonese –Pontedera (1-1) E adesso? Tiriamo ancora fuori il discorso della sfortuna ? di Giorgio Barbieri

Comunque è andata così, inutile recriminare. Per i festeggiamenti (nostri o degli altri) ci sarà tempo.

| Scritto da Redazione
Cremonese –Pontedera (1-1) E adesso? Tiriamo ancora fuori il discorso della sfortuna ? di Giorgio Barbieri

E adesso? Tiriamo ancora fuori il discorso della sfortuna e degli arbitri che remano contro? Con il pareggio di oggi contro il Pontedera (non il Barcellona) la Cremo ha finalmente chiuso il discorso promozione diretta. Adesso non rimane che salvare il secondo posto per avere un piccolo vantaggio ai playoff. E a quel punto conquistare l'unico posto disponibile su 28 squadre partecipanti diventa una vera e propria impresa. Soprattutto per una squadra che è riuscita a perdere con la Lupa Roma e la Pistoiese, oltre che pareggiare in casa con Carrarese, Pro Piacenza e Pontedera. Ed evito accuratamente di parlare dei due derby, in cui hanno festeggiato solo quelli dell'altra sponda del Po.

Con il Pontedera la squadra di Tesser (che mi sembra un po' confuso) è passata in vantaggio dopo 4 minuti. Sembrava l'avvio di una goleada, la scintilla per dare il via al meglio ai festeggiamenti per il compleanno della società, un ringraziamento dal campo per Cacio e tutti i fratelli che sono saliti in cielo. Invece è arrivato il gol del pareggio. Nel modo peggiore. Non in contropiede ma con la difesa schierata, un gol che davvero non si può prendere. Cross facile dalla destra, colpo di testa di un liberissimo avversario, il portiere che guarda la palla entrare in rete. Da quel momento la Cremo è andata in tilt, per venti minuti non si è affacciata nell'area toscana. Ha dato segnali di vita solo nel finale di tempo, sfiorando un paio di volte il gol. In quel momento anche l'Alessandria pareggiava. In tribuna ci si è detti che la ripresa sarebbe stata diversa, che a questo Pontedera non si potevano dare meno di altri due gol. Invece Stanco ha fallito quattro nitide occasioni, una o due se l'è mangiate Scappini, due legni hanno detto no a Maiorino e Brighenti. Ma non dimentichiamo anche il palo colpito dal Pontedera a portiere battuto...

In campo comunque tanta confusione e pochi schemi di gioco, solo palla lunga nel mucchio nella speranza che qualcuno fosse in grado di sfruttarla. E poi gli altri correvano e picchiavano, i nostri in preda alla paura di sbagliare e alla frenesia perdevano palloni su palloni. Una Cremonese involuta, senza idee e con molti giocatori 'sfuocati'. Io non faccio l'allenatore (farei solo guai) ma credo che Tesser abbia sbagliato a togliere Perrulli per inserire una terza punta e quindi spostare Brighenti in fascia. A quel punto andava tolto Stanco per inserire Scappini. E più avanti magari avrei dato spazio a Maiorino.

Comunque è andata così, inutile recriminare. Per i festeggiamenti (nostri o degli altri) ci sarà tempo.

 Cremo: 36 gol subiti in 31 partite giocate. Una media di più di uno a partita. Ai playoff l'attacco (che è il più forte) potrà portare avanti la squadra?

Non perdetevi la nuova puntata questa sera su ðŸ‘‰ðŸ»www.crhome.tv con Giorgio Barbier

802 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online