Giovedì, 22 agosto 2019 - ore 02.08

Delegazione Pakistana in visita a CremonaFiere

Latte e zootecnia di qualità: delegazione pakistana di imprenditori e istituzioni in visita a CremonaFiere per conoscere il modello italiano

| Scritto da Redazione
Delegazione Pakistana in visita a CremonaFiere

Delegazione Pakistana in visita a CremonaFiere

Latte e zootecnia di qualità: delegazione pakistana di imprenditori e istituzioni in visita a CremonaFiere per conoscere il modello italiano

Lo study-tour “Safe Milk Pakistan Panel” ha fatto tappa a Cremona nell'ambito del programma delle Fiere ZootecnicheInternazionali di Cremona per approfondire tecniche e sistemi d’alta qualità del modello italiano nella produzione e trasformazione del latte. In Pakistan il settore è in crescita del 25% ogni anno da ormai cinque anni

Come migliorare gli standard qualitativi di produzione e di sicurezza alimentare in un mercato lattiero-caseario in forte espansione come quello pakistano, sfruttando al meglio il know-how del modello italiano e aprendo canali di business anche tramite le Fiere Zootecniche Internazionali di Cremona. Era questo il tema al centro dell’incontro di una delegazione di imprenditori e rappresentanti istituzionali pakistani, questa mattina in visita a CremonaFiere, in occasione dello study-tour intitolato “Safe Milk Pakistan Panel” e organizzato da Ozolea con UNIDO ITPO (United Nations Industrial Development Organization - Investment and Technology Promotion Offices).

LA CRESCITA IN PAKISTAN. Il mercato pakistano è particolarmente interessante perché il settore lattiero-caseario nel Paese è cresciuto del 20-25% all'anno negli ultimi 5 anni, e la trasformazione più grande – oggi sostenuta da governo e organismi internazionali – deve ancora avvenire. Il Pakistan è il quinto produttore di latte al mondo. L’intero settore agricolo pakistano, inoltre, è in cerca di un salto di qualità e di tecnologie più efficienti in termini di meccanizzazione e attrezzature. Naturale, quindi, guardare alle Fiere cremonesi come luogo ideale per trovare un punto d’osservazione privilegiato sulle migliori opzioni disponibili sul mercato e passare al potenziamento dell’intero settore produttivo e trasformativo.

L’INCONTRO A CREMONAFIERE. L’incontro si è aperto con una introduzione a cura di Monica Prandi, responsabile di manifestazione delle Fiere Zootecniche Internazionali di Cremona, seguito quindi da un intervento di Ildebrando Bonacini della Libera Associazione Agricoltori, autore di una panoramica generale sul settore agro-zootecnico a Cremona. Sebastiano Porretta, presidente di AITA – Associazione Italiana di Tecnologia Alimentare ha presentato poi l’associazione e la collaborazione attuata con CremonaFiere, nell'ambito dei semianri Qualyfood, sui progetti legati alla sicurezza alimentare e al settore lattiero-caseario. Grande è stato l’interesse suscitato nella delegazione pakistana, con la quale si è aperto un dialogo sull’argomento. A seguire si è tenuta la presentazione di Syed Suad Ahmed Pasha (Director Agri Business & Corporate Affairs dell’azienda Engro Foods), che ha fornito un’analisi puntuale del mercato lattiero caseario pakistano evidenziandone potenzialità e aspetti da potenziare, sostenendo la necessità di collaborazioni internazionali per sviluppare il settore. Talat Naseer Pasha, vice rettore della University of Veterinary & Animal Sciences, sul fronte della formazione più qualificata, ha presentato l’università e risposto alle domande dei presenti sull'offerta formativa. In chiusura Francesco Formigoni, responsabile del dairycows and beef cattle technical team di Zoo Assets ha presentato l’attività della propria azienda. La missione si è conclusa con la visita allo stabilimento produttivo di Latteria Soresina.

La scelta di CremonaFiere come tappa del “Safe Milk Pakistan Panel” conferma Cremona e le Fiere Zooteniche Internazionali di Cremona come punto di riferimento unico e imprescindibile a livello di mercato e fieristico per l’intera filiera della produzione e della trasformazione del latte, sia in Italia che all’estero. Una posizione che permette oggi a CremonaFiere di creare e stabilire contatti fra il mondo aziende e i più importanti mercati a livello internazionale e che evidenzia quanto il percorso fieristico vada ben oltre i giorni della manifestazione.

273 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online