Sabato, 21 settembre 2019 - ore 19.10

DIALETTOLOGIA D’ARTE (Secóonda lesiòon) di Agostino Melega (Cremona)

Volentieri pubblichiamo il testo della ‘Secóonda lesiòon’ del corso di ‘dialettologia d'arte’ che Agostino Melega ha svolto per l’ Auser Unipop Cremona

| Scritto da Redazione
DIALETTOLOGIA D’ARTE  (Secóonda lesiòon) di Agostino Melega (Cremona)

DIALETTOLOGIA D’ARTE  (Secóonda lesiòon) di Agostino Melega (Cremona)

Volentieri pubblichiamo il testo della ‘Secóonda lesiòon’  del corso di  ‘dialettologia d'arte’ che  Agostino Melega ha svolto per  l’ Auser Unipop Cremona

Il corso serale di "dialettologia d'arte", che ho curato, è stato gestito da Auser Unipop Cremona, presso un'aula dell'Istituto "Ghisleri" di via Palestro.

E' durato dodici lezioni, poste a cavaliere fra gli ultimi mesi del 2017 e i primi mesi del 2018. Il fine dell'attività culturale e formativa è stato quello di percorrere a ritroso la storia della poesia in vernacolo cremonese, partendo dalla scoperta letteraria recente del sindaco Emilio Zanoni poeta, per passare agli scrittori contemporanei del Gruppo dialettale "El Zàch",  giungendo via via, attraverso gli autori del primo Novecento, a quelli dell'Ottocento e dell'era napoleonica.

LA POESIA DI GENTILIA ARDIGÒ E DI ELIDE POLENGHI PATERNIERI

Nell’allegato , nella ‘Secóonda lesiòon’  Melega parla di due poetesse, Gentilia Ardigò ed Elide Polenghi Paternieri, entrambe già maestre elementari in anni lontani, ed oggi ancora maestre nella valorizzazione di due vernacoli cremonesi, vale a dire l’idioma di Casalbuttano e il patois di San Daniele Ripa Po. Iniziamo, dunque, con Gentilia Ardigò.

[leggi tutto]

Allegati Pdf:

Allegato PDF 1

873 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online