Sabato, 27 febbraio 2021 - ore 17.10

Federconsumatori Cenone 2020: il costo del menu aumenta del +2,9% per Capodanno.

Mancano ormai pochi giorni all’appuntamento con le festività di fine anno e, seppure le famiglie si apprestano a trascorrerle in maniera inedita e più sobria degli altri anni, in questi giorni non mancano i preparativi.

| Scritto da Redazione
Federconsumatori Cenone 2020: il costo del menu aumenta del +2,9% per Capodanno.

Federconsumatori Cenone 2020: il costo del menu aumenta del +2,9% per Capodanno.

Mancano ormai pochi giorni all’appuntamento con le festività di fine anno e, seppure le famiglie si apprestano a trascorrerle in maniera inedita e più sobria degli altri anni, in questi giorni non mancano i preparativi.

Quest’anno più che mai, infatti, si tende ad anticipar le spese e ad organizzare ogni minimo dettaglio n vista delle restrizioni in programma per i prossimi giorni.

Per quanto riguarda le precauzioni da adottare durante i festeggiamenti il 40,6% dichiara che non prenderà particolari precauzioni, il 23,56% indosserà le mascherine anche a tavola.

Comunque si scelga di trascorrerle, le feste in famiglia sono sinonimo di tradizione: i menu delle feste saranno infatti composti principalmente da piatti tipici. Come di consueto l’O.N.F. – Osservatorio Nazionale Federconsumatori ha monitorato i costi che le famiglie sosterranno per organizzare le cene della Vigilia di Natale e di Capodanno, prendendo in considerazione due tipologie di menu, sia per la cena del 24 Dicembre che per quella di Capodanno (uno tradizionale e un più economico).

Per quanto riguarda invece il cenone di Capodanno, il menu classico costerà 45,19 Euro a persona (+2,9% rispetto al 2019). L’opzione più economica, invece, implicherà una spesa inferiore del 40% rispetto al menu classico: 27,22 Euro a testa (+1,6% rispetto al 2019).

Aumenti determinati dalla crescita dei prezzi nel settore alimentare, che ha subito una forte accelerata nel corso dell’ultimo anno. Per risparmiare su tali costi è opportuno approfittare delle numerose occasioni e promozioni proposte in questi giorni dagli esercizi commerciali. L’obiettivo del risparmio, tuttavia, non deve far passare in secondo piano la qualità e la sicurezza: quindi è fondamentale controllare etichette e date di scadenza e diffidare dei prodotti di dubbia provenienza.

Inoltre è necessario prestare attenzione alle quantità: in questi anni le famiglie hanno dimostrato una crescente attenzione alla riduzione degli sprechi alimentari ma riteniamo comunque utile ribadire alcuni consigli in proposito.

259 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online