Mercoledì, 08 aprile 2020 - ore 17.53

Flavia Tozzi Uici Cremona. Sabato 15 agosto al pomeriggio nessun TAXI in città. I disservizi si ripetono

Buongiorno direttore, sono la presidente dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Cremona, un’associazione che da quasi cento anni si occupa di difendere e tutelare le persone affette da disabilità visiva.

| Scritto da Redazione
Flavia Tozzi Uici Cremona. Sabato 15 agosto al pomeriggio  nessun TAXI in città. I disservizi si ripetono

Flavia Tozzi Uici Cremona. Sabato 15 agosto al pomeriggio  nessun TAXI in città. I disservizi si ripetono

Buongiorno direttore, sono la presidente dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Cremona, un’associazione che da quasi cento anni si occupa di difendere e tutelare le persone affette da disabilità visiva.

Le scrivo perché ho ricevuto, da parte di una nostra socia, la segnalazione di una incresciosa situazione nella quale è venuta a trovarsi durante la settimana a cavallo di Ferragosto.

 La signora, affetta da cecità assoluta, si era fatta lasciare da un familiare presso un esercizio commerciale, dove avrebbe dovuto trattenersi per circa un’ora, confidando nel servizio taxi per rientrare poi al proprio domicilio.

Purtroppo, però, al momento di tornare a casa, nonostante avesse digitato ripetutamente tutti i numeri del servizio taxi di Cremona, non solo non ha ricevuto alcuna risposta, ma, quel che è più grave, avendo alla fine segnalato il disguido al comando dei vigili, si è sentita rispondere che non potevano farci nulla.

Possibile che non vi fosse una vettura disponibile quel sabato pomeriggio in tutta Cremona? Possibile che un vigile urbano non si sia reso conto della gravità della situazione in cui si è venuta a trovare la nostra socia, non ve dente e in quel momento in una zona della città dalla quale per lei era impossibile raggiungere autonomamente il proprio domicilio?

Vorrei far presente che, una persona cieca, che viene a trovarsi in un luogo a lei sconosciuto, non ha nessuna possibilità di muoversi autonomamente e pertanto, come la nostra associata, deve sperare nel buon cuore e nella disponibilità di qualcuno che la riaccompagni a casa.

Fortunatamente, così è avvenuto per la nostra iscritta, ma può immaginarsi la sua frustrazione nel dover chiedere aiuto a persone estranee quando sarebbe bastato solo che un servizio pubblico funzionasse come si deve.

Probabilmente, questo episodio non sarà stato l’unico, anche se è l’unico di mia conoscenza, perché in città vivono molte persone anziane o con difficoltà di deambulazione che ricorrono spesso al servizio taxi per spostarsi e per loro non è semplicemente una questione di comodità, ma spesso una necessità.

Mi auguro che chi è addetto alla gestione del servizio taxi presti maggior attenzione, durante il mese di agosto, per evitare che le vetture disponibili siano insufficienti a garantire un adeguato trasporto soprattutto ai cittadini più deboli.

Flavia Tozzi Uici Cremona

255 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online