Domenica, 24 giugno 2018 - ore 22.50

Formigoni bocciato sugli OGM| F.Bordo

| Scritto da Redazione
Formigoni bocciato sugli OGM| F.Bordo

Il Senato sbarra la strada alle colture geneticamente modificate
La scorsa settimana Roberto Formigoni, in qualità di Presidente della Commissione
Agricoltura, del Senato, aveva presentato una mozione per permettere la coesistenza nella
coltivazione di sementi OGM con sementi non modificate. E’ questa una pratica non sicura: non
esistono infatti prove che assicurino l’assenza di effetti negativi sull’ambiente e sull’uomo.
Da sempre sosteniamo che l’agricoltura è il sistema con cui si può e si deve curare e
valorizzare il territorio smettendo di considerarlo come un oggetto da sfruttare; pertanto Sinistra
Ecologia Libertà si è mostrata contraria all’intervento di Formigoni votando, ieri al Senato, una
mozione che impegna il Governo a sostenere la ricerca pubblica esclusivamente in ambienti confinati
e ad applicare (come hanno fatto Francia, Germania, Lussemburgo, Austria, Ungheria, Grecia, Bulgaria
e Polonia) la clausola di salvaguardia che permette di bloccare, appunto, l’uso di sementi OGM.
La mozione è passata: è un’ottima notizia per il Paese, per la salute dei cittadini,per la nostra
agricoltura; per Formigoni, invece, è la prima pessima figura politica che tuttavia ha il pregio di
mostrare quanto poco abbia a cuore il nostro territorio.
On. Franco Bordo
Commissione Agricoltura Camera dei Deputati
23.5.13

997 visite

Articoli della stessa categoria