Venerdì, 19 agosto 2022 - ore 13.30

GAS: LA COMMISSIONE EUROPEA SUPPORTA UN NABUCCO SHORT

| Scritto da Redazione
GAS: LA COMMISSIONE EUROPEA SUPPORTA UN NABUCCO SHORT

Il Commissario UE all'Energia, Gunther Oettinger, sostiene la realizzazione di una versione ridotta del gasdotto dalla verdiana denominazione per incrementare l'importazione di gas dell'Azerbaijan in Unione Europea. Shale romeno e infrastrutture infrastatali le altre proposte della Commissione Eueopea.

Da fiume d'Europa a gasdotto per la diversificazione delle forniture di gas dell'UE. Nella giornata di lunedì, 14 Ottobre, la Commissione  Europea ha dichiarato l'intenzione di considerare la realizzazione di una nuova versione del Nabucco lungo il Danubio.

Come dichiarato dal Commissario UE all'Energia, Gunther Oettinger, la realizzazione di un gasdotto che, come il Nabucco, veicola in Europa gas proveniente dall'Azerbaijan attraverso i Paesi dell'Europa Centrale è fondamentale per decrementare la dipendenza dell'UE dalle forniture della Russia.

Il Commissario Oettinger ha anche ritenuto positiva, ma non sufficiente a garantire una cospicua diversificazione delle forniture di gas, la realizzazione del Gasdotto Trans Adriatico -TAP: progetto preferito al Nabucco per trasportare 10 Miliardi di Metri Cubi di oro blu azero all'anno in Italia dal confine tra Grecia e Turchia attraverso l'Albania.

Oettinger ha poi sottolineato l'importanza per la geopolitica energetica UE della Romania non solo per il transito del nuovo Nabucco, ma anche per lo sfruttamento dello shale: gas presente in rocce argillose poste a bassa profondità che, secondo le rilevazioni EIA, è presente in grandi quantità in Europa Centro-Orientale.

Oltre alla realizzazione di gasdotti, per diversificare le fonti di approvvigionamento di gas dal monopolio di Russia ed Algeria il Commissario UE all'Energia ha anche ricordato lo stanziamento di ingenti fondi per collegare tra loro i sistemi infrastrutturali energetici dei Paesi UE.

La Commissione Europea ha anche messo a disposizione incentivi per la realizzazione di rigassificatori per importare LNG da Qatar, Norvegia ed Egitto e shale dagli Stati Uniti d'America.

La Russia di Putin insidia l'UE

La mancata realizzazione del Nabucco, progettato per veicolare gas dell'Azerbaijan in Austria dalla Turchia Occidentale attraverso Bulgaria, Romania ed Ungheria, ha lasciato i Paesi dell'Europa Centro-Orientale fortemente dipendenti dalle forniture di gas della Russia.

Come dimostrato in diverse occasioni, Mosca si avvale dell'energia per assoggettare geopoliticamente gli Stati dello spazio ex-sovietico e contrastare il processo di integrazione europea.

Matteo Cazzulani

Freelance Journalist

m.cazzulani@gazeta.pl

http://matteocazzulani.wordpress.com

http://matteocazzulaniinternational.wordpress.com

2013-10-18

867 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria