Domenica, 16 giugno 2024 - ore 19.48

I pensionati dell’Emilia Romagna inviano 50mila caroline a Renzi

Chiedono una riapertura del dialogo coi pensionati

| Scritto da Redazione
I pensionati dell’Emilia Romagna inviano 50mila caroline a Renzi

Sono pronti ad inviare a Roma 50.000 cartoline raccolte in Emilia-Romagna e indirizzate al premier Matteo Renzi per chiedere una riapertura del dialogo coi pensionati. Oggi pomeriggio le hanno simbolicamente consegnate ai parlamentari Pd e Sel eletti in regione che stanno cercando di tenere vivo un canale di ascolto coi sindacati pensionati. A livello nazionale di cartoline ne sono state firmate circa un milione.

"Se Renzi non ci riceverà le depositeremo davanti a Palazzo Chigi", dice il numero uno regionale dello Spi-Cgil Bruno Pizzica. "Non abbiamo intenzione di stare zitti e stare sereni. In Emilia-Romagna rappresenentiamo oltre 600.000 persone", ricorda il segretario regionale della Uilp-Uil Rosanna Bonazzi. Per settembre e' gia' in fase di gestazione una manifestazione contro il Governo. I tre segretari (per la Fnp-Cisl c'e' Loris Cavalletti) chiedono anzitutto misure di sostegno al reddito. "Sempre piu' pensionati- scrivono in una nota congiunta- stanno scivolando verso la poverta' e non e' piu' tollerabile che continuino ad essere dimenticati".

Il Pd, rappresentato questo pomeriggio nella sala della Camera del Lavoro di Bologna dove si e' tenuto l'incontro da Rita Ghedini, Andrea De Maria, Antonella Incerti, Patrizia Maestri e Maino Marchi, tifa perche' il dialogo riprenda. "Dovete fare lobby, come fa Confindustria- e' il suggerimento di Maestri. le proteste sono sacrosante", anzi, "ci fanno bene. Sbaglia chi pensa che il dialogo sociale sia inutile e lungo".

Fonte : rassegna sindacale

1047 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria