Sabato, 14 dicembre 2019 - ore 05.40

Il Mestiere d'Arte del Liutaio

| Scritto da Redazione
Il Mestiere d'Arte del Liutaio

A Milano, dal 31 marzo al 2 aprile Il Mestiere d'Arte del Liutaio
Fondazione Stradivari è partner dalla Fondazione Cologni nella realizzazione della rassegna Capi d'Opera

A Milano, dal 31 marzo al 2 aprile, la Fondazione Stradivari è partner dalla Fondazione Cologni dei Mestieri d'Arte nella realizzazione della rassegna Capi d'Opera, una affascinante vetrina del saper fare a Milano e in Lombardia. Promossa in occasione delle Giornate Europee dei Mestieri d'Arte la manifestazione vuole accendere l'attenzione di pubblico, istituzioni, media e opinion makers sul patrimonio dei mestieri d'arte italiani e in particolare sul "saper fare" di botteghe, atelier, opifici, maestri artigiani di Milano e della Lombardia: un territorio che da sempre esprime una "cultura del fare" particolarmente produttiva, riconosciuta a livello internazionale.

L'esposizione, a cura di Ugo La Pietra, offre una panoramica sull'artigianato lombardo d'eccellenza. Ad iniziare dalla liuteria, un mestiere da cinquecento anni legato a Cremona ed al territorio lombardo. La capacità unica di creare strumenti ad arco di raffinata fattura  è infatti alla base di una tradizione di eccellenza alto-artigianale tipicamente lombarda che affonda le proprie radici nel tardo Rinascimento e nei primi secoli dell'età moderna. Andrea Amati costruì i primi violini a Cremona, a metà del Cinquecento; ai suoi insegnamenti si ispirarono Stradivari e Guarneri "del Gesù". In tempi più recenti questa tradizione ha un seguito diretto e collegato in numerose figure di costruttori di grande rilievo attivi soprattutto a Milano nella prima parte del Novecento.

Sarebbe probabilmente improprio sovrapporre questi due momenti, ma è possibile tracciare un percorso ininterrotto fino ai costruttori che oggi si affacciano con autorevolezza nel terzo millennio. Molti infatti si sono formati alle "scuole" di liuteria lombarde ed hanno sviluppato stili propri osservando l'opera dei grandi maestri del passato.

Presso gli spazi di Palazzo Morando, luogo patrizio che la città di Milano ha dedicato alla moda, all'immagine e alle arti legate all'evoluzione del costume, viene dunque messa in scena una vera e propria galleria di opere emblematiche. Oltre agli oggetti, protagonisti saranno anche i gesti: verranno infatti allestiti quattro atelier, dove i maestri artigiani dialogheranno con il pubblico dimostrando quanta passione, abilità e concentrazione siano necessarie per svolgere un mestiere "a regola d'arte".

L'attenzione si concentrerà sugli strumenti antichi e si potranno ammirare Maestri ed Allievi della Civica Scuola di Liuteria del Comune di Milano intagliare le perfette geometrie della rosetta di un liuto. La collaborazione vuole peraltro sottolineare il contributo indispensabile della Formazione alla tutela dei saperi alto-artigianali.

Contemporaneamente al lavoro dei liutai, negli altri corner, prenderanno vita sotto gli occhi dei visitatori le decorazioni di Pino Grasso, realizzate da un'esperta ricamatrice a telaio; i preziosi articoli di pelletteria di Valextra e i gioielli realizzati dalla Scuola Orafa Ambrosiana.

CAPI D'OPERA
Le eccellenze del saper fare a Milano e in Lombardia
a cura di Ugo La Pietra

Milano, Palazzo Morando Via Sant'Andrea, 6
31 Marzo - 2 Aprile 2012 10.00 - 20.00
Ingresso libero

In occasione delle Giornate Europee dei Mestieri d'Arte

----------

Fondazione Antonio Stradivari Cremona - La Triennale

1358 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria