Venerdì, 19 aprile 2019 - ore 00.40

Il Pil cala. Caleranno anche le pensioni?

Quindi se si rivaluta la pensione in rapporto a questo indice dovrebbe diminuire, seppur di poco.

| Scritto da Redazione
Il Pil cala. Caleranno anche le pensioni?

La legge Dini prevede che ogni 5 anni le pensioni vengano rivalutate in rapporto all’andamento del PIL (prodotto interno lordo). Ora Negli ultimo 5 anni il PIL è diminuito e l’indice di rivalutazione è inferiore a 1 ovvero 0,99.

Quindi se si rivaluta la pensione in rapporto a questo indice dovrebbe diminuire, seppur di poco.

Proponiamo uno stralcio della trasmissione telefonica “ Cuori e denari”  di Radio 24 ( del Sole 24 ore) .del giorno 11 novembre 2014.

Si attende la decisione del Governo Renzi che dovrebbe evitare il problema

In allegato file MP3 

Allegati audio:

Audio 1:

1430 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria

(Tel.) Giuseppe Demaria (Cisl) L’intesa non siglata dalla Cgil per Centro Padane è un buon accordo che tutela i lavoratori.

(Tel.) Giuseppe Demaria (Cisl) L’intesa non siglata dalla Cgil per Centro Padane è un buon accordo che tutela i lavoratori.

Sull’intesa che stabilisce le condizioni a cui avverrà la cessione individuale del contratto di ognuno dei 206 lavoratori è stata firmata dal Gruppo Gavio e dalle segreterie nazionali, regionali e territoriali di Fit Cisl, Uil Trasporti, Sla Cisal e Ugl. Ma non dalla Filt-Cgil. La trattiva e l’intesa è avvenuta non al Ministero ma sul tavolo negoziale azienda-sindacati.
(La telefonata) Lavoratori Centro Padane Ben Halla  (Filt-Cgil) . Lavoratori pronti alla lotta. Una grazie alle Istituzioni

(La telefonata) Lavoratori Centro Padane Ben Halla (Filt-Cgil) . Lavoratori pronti alla lotta. Una grazie alle Istituzioni

Questa mattina, mercoledì 14 febbraio, a seguito della decisione del CdA di Centro Padana di non assumere per passaggio diretto tutti i lavoratori della precedente gestione A21 si è svolto, nel comune di Cremona,un incontro con presenti il Sindaco Galimberti, Il Presidente della Provincia Viola, il Presidente della Camera di Commercio Auricchio, il sottosegretario Pizzetti ed i rappresentanti dei lavoratori di Cgil-Cisl-Uil per esaminare il da farsi dopo la decisione non condivisa del Consiglio di Amministrazione del Centro padane di proprietà del gruppo Gavio.