Mercoledì, 25 maggio 2022 - ore 03.34

Il progetto Life C4R tra Italia, Romania e Spagna

| Scritto da Redazione
Il progetto Life C4R tra Italia, Romania e Spagna

LIFE C4R è stato ideato per accelerare la diffusione di sistemi di refrigerazione ad altissima efficienza basati sul refrigerante R744/CO2, un refrigerante naturale non tossico e non infiammabile, e contribuisce alla riduzione delle emissioni di GHG sostituendo i refrigeranti HFC, che hanno un elevato potenziale di riscaldamento globale, con la refrigerazione a CO2 che, al contrario, non causa praticamente alcun effetto serra diretto, garantendo al tempo stesso un risparmio energetico superiore al 10% in qualsiasi paese e con qualsiasi clima e costi di installazione e manutenzione ridotti fino al 30%.

LIFE C4R è un progetto con una durata di tre anni, co-finanziato dalla Commissione europea nell’ambito del Programma LIFE 2014-2020 e realizzato in Italia, Romania e Spagna da EPTA S.p.A. in partenariato con Epta Iberia S.A. e DAAS International Group.

Il progetto è nato per promuovere la sostituzione degli F-gas (o gas fluorurati) con il refrigerante a base naturale R744/CO2 nelle tecnologie di refrigerazione commerciale. Al centro di LIFE C4R vi sono le tecnologie FTE (Full Transcritical Efficiency) ed ETE (Extreme Transcritical Efficiency) che nelle numerose installazioni già realizzate hanno dimostrato la loro validità.

LIFE C4R va al cuore degli scopi del Green Deal Europeo e delle ambizioni climatiche europee di limitare l’aumento delle temperature medie globali. È un progetto molto ambizioso sia in termini di obiettivi di sostenibilità che di obiettivi tecnici, che mira sia a ridurre il consumo energetico degli impianti di refrigerazione che il GWP (Global Warming Potential) dei refrigeranti in essi contenuti e, quindi, la loro impronta carbonica complessiva.

Gli obiettivi ambientali di LIFE C4R sono dunque: ridurre drasticamente il GWP del refrigerante da 3.920 (il GWP del R404A, ovvero il refrigerante di riferimento in quanto maggiormente utilizzato) a 1; ridurre l’impronta di carbonio del “sistema frigorifero” in tutte le fasi del suo ciclo di vita; ridurre le emissioni complessive europee di GHG di almeno l’1,5%.

Il progetto è focalizzato sulla refrigerazione commerciale con la possibilità di estendere il campo di applicazione ai trasporti refrigerati, alle apparecchiature domestiche, agli impianti industriali, etc. Grazie all’intensa attività di divulgazione che ha accompagnato il progetto, le tecnologie realizzate da LIFE C4R (FTE2.0 ed ETE) sono oggi percepite come alcune tra le proposte più sostenibili, vantaggiose ed economiche del settore.

Dal punto di vista della policy, invece, il progetto ha l’obiettivo di contribuire a stimolare decisioni politiche in favore dei sistemi di refrigerazione efficienti a refrigerante naturale e consolidare le tecnologie LIFE C4R come nuovo standard industriale per il futuro. (aise) 

280 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria