Sabato, 24 febbraio 2024 - ore 10.03

ITALIA RIPENSACI! ADERISCI AL TRATTATO ONU DI PROIBIZIONE ARMI NUCLEARI|Pax Christi

Vari Stati europei che non hanno sottoscritto il Trattato erano presenti come osservatori. L'ITALIA NO!!!

| Scritto da Redazione
ITALIA RIPENSACI! ADERISCI AL TRATTATO ONU DI PROIBIZIONE ARMI NUCLEARI|Pax Christi

ITALIA RIPENSACI! ADERISCI AL TRATTATO ONU DI PROIBIZIONE DELLE ARMI NUCLEARI

 Nei giorni scorsi si è chiusa a New York la 2° conferenza degli Stati parte del Trattato di proibizione delle armi nucleari. 

Vari Stati europei che non hanno sottoscritto il Trattato erano presenti come osservatori. L'ITALIA NO!!!

ITALIA RIPENSACI! ADERISCI AL TRATTATO ONU DI PROIBIZIONE DELLE ARMI NUCLEARI

E’ il grido della Campagna ‘Italia Ripensaci’ alla conferenza Onu di New York sul Trattato di proibizione delle armi nucleare che si è chiusa il 2 dicembre.

 A New York, 94 paesi riuniti all’Onu, hanno partecipato alla seconda conferenza di revisione del Trattato di proibizione delle armi nucleari (TPNW), entrato in vigore nel 2021, promosso da ICAN rete globale di società civile, premio Nobel per la pace 2017. Qui in sintesi, alcune posizioni uscite dalla conferenza.

*La condanna della deterrenza nucleare che ha avvicinato il mondo al conflitto nucleare in diverse occasioni. La deterrenza si basa sulla minaccia di usare armi che uccidono milioni di persone e portano oltre l’inverno nucleare, carestie di massa.

*La richiesta di implementare i punti del Trattato che riguardano l’assistenza alle vittime delle degli esperimenti e dell’uso delle armi nucleari .

*Far parte della Nato non impedisce di aderire al TPNW non essendo in contrasto con gli obblighi verso l'Alleanza atlantica. Il Trattato Atlantico non menziona le armi nucleari e la Nato -si è detto-  “riconosce da tempo che il controllo degli armamenti e il disarmo nucleare svolgono un ruolo importante per la pace nella regione euro-atlantica”. In questo contesto, la presenza delle atomiche statunitensi a Ghedi ed Aviano rappresenta un paradosso.

*Le armi nucleari si possono eliminare. Il tim scientifico presente alla conferenza ha dimostrato che esistono modi per convertire le strutture per le armi nucleari ad uso civile e per controllare gli armamenti.

Dalla conferenza il TPNW è uscito  rafforzato. Nuovi Stati hanno annunciato la loro adesione al Trattato. Quando mai l’Italia deciderà di fare lo stesso? Una rilevazione statistica (condotta da YouGov) nel 2020 dice che l’87% degli italiani è favorevole all’adesione dell’Italia al TPNW mentre l’attuale posizione del Governo contro il Trattato è sostenuta solo dal 5%.

 ‘ITALIA RIPENSACI’ A BRESCIA CON LA MOSTRA ‘SENZATOMICA’

“Trasformare lo spirito umano per un mondo libero da armi nucleari” è lo scopo della mostra che intende spingere il nostro paese a firmare il Trattato Onu di proibizione delle  armi nucleari.

 La mostra è situata in via Fratelli Cairoli al n. 9, è aperta fino al 14 gennaio, con ingresso gratuito.

E’ uno strumento di educazione al disarmo nucleare e alla pace che mira a generare empowerment e nei visitatori, affinchè diventino sostenitori e protagonisti della campagna ITALIA RIPENSACI.

Dal 2011 a oggi è stata allestita in oltre 70 comuni italiani, visitata da oltre 365.000 persone, tra cui il 40% di studenti delle scuole elementari, medie e superiori, diventando uno dei principali movimenti di disarmo nucleare. E’ rivolta in particolare ai giovani. E’ una mostra imponente e interattiva.

Il suo percorso si svolge in 5 aree.

Nell’ ‘Atrio’, vengono proiettate le esperienze degli hibakusha, i sopravvissuti di Hiroshima e Nagasaki.

Nello spazio ‘Atmosfera della memoria’ si ripercorre, attraverso la realtà virtuale, la storia dei bombardamenti di Hiroshima e Nagasaki e il ruolo degli scienziati rispetto alla bomba atomica.

Alla ‘Libreria delle voci’, si analizza la visione della sicurezza basata sulle armi nucleari; i danni alle persone e all’ambiente; i rischi di uso accidentale per poi raccontare il percorso della società civile, che ha portato all’adozione del Trattato sulla Proibizione delle Armi Nucleari.

L’area ‘Tavolo delle genti’, aiuta a riflettere sulla responsabilità che ognuno può assumersi per realizzare un mondo libero da armi nucleari, partendo da una presa di consapevolezza individuale. In quest’area sono disponibili dei laboratori per stimolare domande e riflessioni agli studenti.

All’ultima tappa ‘Tunnel dell’intenzione’, i visitatori esprimono il proprio impegno o determinazione in un microfono. La mostra di Senzatomica | Senzatomica

(Pax Christi Cremona)

304 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online