Giovedì, 28 ottobre 2021 - ore 02.49

La neutralità di Mimma Aiello non aiuta Crema di Stefania Bonaldi

Vengo sollecitata da molti amici a esprimere un’opinione rispetto alle dichiarazioni di neutralità da parte della leader della lista “Cambiare si può”, apparse su testate on line, e di presunta ostilità nei mei confronti, secondo quanto riportato da un quotidiano locale. Ostilita che per vero non registro. Mi limito ad alcune considerazioni.

| Scritto da Redazione
La neutralità di Mimma Aiello non aiuta Crema di Stefania Bonaldi La neutralità di Mimma Aiello non aiuta Crema di Stefania Bonaldi

La prima è che ancora oggi un assessore di Rifondazione fa parte della nostra giunta, cinque anni di lavoro comune e di condivisioni sincere.

La seconda è che le dichiarazioni di Mimma Aiello sono coerenti con quelle rilasciate durante la campagna elettorale, dunque non riscontro nessuna novità, anzi non posso che apprezzare, in un contesto in cui si sbanda dalla mattina alla sera, secondo le convenienze. Certo, questo mi può  penalizzare, ma sarebbe stato peggio un appoggio forzato o per convenienza. La chiarezza e la coerenza possiedono ancora qualche merito.

La terza è che la sinistra è sempre stata attraversata da un forte livello di conflittualità, conseguenza di un dibattito interno sconosciuto nelle altre aree politiche. Dunque, neppure questo meraviglia. Può non piacere, ma è la democrazia. Spiace solo che talvolta si sconfini nella distruttività, ma non è questo il caso, e in ogni modo la sinistra non è Forza Italia, credo che alla fine ognuno voterà davvero secondo coscienza.

La quarta mi porta a dire che a Crema c’è da scegliere tra due storie molto chiare, la mia non è perfetta, ma è quella di una donna progressista e priva di lati oscuri. Dall’altra parte, accanto al mio avversario, c’è il gotha di Comunione e Liberazione, Forza Italia e la peggiore destra d’Europa, cui sembrerebbe volersi aggiungere, così si dice oggi, il Popolo della Famiglia.

Ognuno voti come gli pare, qualunque cosa accada non scoppierà la guerra mondiale, ma vada a votare, questo mi preme dirlo! E' importante, e' un diritto, è fare sentire la propria voce!

Personalmente posso tornare a fare quello che facevo prima, non è il mio destino ad essere in gioco. Se qualcuno é fermo a questo particolare credo non conosca la storia di Crema e gli sfregi che ha subito quando altre culture occupavano la stanza dei bottoni.

In questa città ci vivono i nostri figli, la vogliamo diversa, assai diversa da come la immaginano integralisti e avventurieri.

Il dibattito va benissimo ma una puntatina nella realtà è meglio".

Stefania Bonaldi   (Candidata Sindaco Comune di Crema )

vai al sito  https://www.stefaniabonaldi.it/ 

1398 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online