Lunedì, 27 gennaio 2020 - ore 10.12

Lazzari Lucia (PD) Invia a Piloni e Pizzetti una lettera aperta: SI al confronto con il M5S e Referendum fra gli iscritti

Le frasi che ho sentito ripetere spesso dai dirigenti “ noi abbiamo perso.; tocca a chi ha vinto governare “ ; noi staremo all’opposizione “ ; il paese ha bocciato il governo uscente “le considero frasi vere ma più passa il tempo le ritengo sterili dal punto di vista politico

| Scritto da Redazione
Lazzari Lucia (PD) Invia a Piloni e Pizzetti una lettera aperta: SI al confronto con il M5S e Referendum fra gli iscritti

Lazzari Lucia (PD) Invia a Piloni e Pizzetti una lettera aperta: SI al confronto con il M5S e Referendum fra gli iscritti

Le frasi che ho sentito ripetere spesso dai dirigenti “ noi abbiamo perso.; tocca a chi ha vinto governare “ ; noi staremo all’opposizione “ ; il paese ha bocciato il governo uscente “le considero frasi  vere ma più  passa il tempo le ritengo  sterili dal punto di vista politico

Ecco il testo della lettera

Al segretario della federazione di Cremona Matteo Piloni

All’onorevole Luciano Pizzetti

Sono un’elettrice  iscritta al PD delusa come tanti dal risultato delle elezioni. Ho partecipato anch io alle  discussioni sul perché abbiamo avuto un risultato così negativo ( eventuali errori, comunicazione sbagliata ecc)  che però ritengo sia momentaneamente sospese perché ora abbiamo un altro scenario ( post.elettorale )

Le frasi che ho sentito ripetere spesso dai dirigenti “ noi abbiamo perso.; tocca a chi ha vinto governare “ ; noi staremo all’opposizione “ ; il paese ha bocciato il governo uscente “le considero frasi  vere ma più  passa il tempo le ritengo  sterili dal punto di vista politico .

Abbiamo dato l’impressione di essere spettatori delle mosse altrui.

Una forza responsabile come la nostra deve avere il coraggio anche in una situazione di minoranza ( siamo comunque il secondo partito) di assumere delle iniziative politiche

Sono molto d’accordo dunque  con la posizione che ha assunto in questi ultimi giorni l attuale segretario Martina e cioè di entrare nell’agone politico con lo sguardo rivolto in avanti ( come dovrebbe fare qualsiasi forza politica )  lasciandoci alle spalle i toni della campagna elettorale e valutare  con spirito costruttivo  se si possono raggiungere dei punti di incontro e delle mediazioni  con il M5S  pur partendo da programmi molto distanti .

Se andrà male  potremo sempre sostenere davanti al paese che abbiamo fatto tutti gli sforzi possibili .

Con realismo e pragmatismo d’altronde ritengo  che se fosse andato in porto l’alleanza con il centro destra sarebbe stato una sciagura per il paese e le elezioni anticipate sposterebbero di poco gli attuali equilibri  e a differenza di quanto ha dichiarato ieri Matteo Renzi   io le temo molto perché gli elettori avrebbero davanti la scelta tra votare il centro destra o i grillini. Noi saremmo veramente tagliati fuori e  davvero credo che sarebbe molto pericoloso per la tenuta sociale del nostro paese  ridurre ulteriormente il peso di una forza politica come la nostra.

A parte queste mie valutazioni, io mi rivolgo ai dirigenti e ai parlamentari del mio partito  affinchè  , se  si raggiungessero ( come auspico)  dei punti di convergenza o delle mediazioni su temi qualificanti  con il M5S venga organizzato un referendum fra gli iscritti  perché rivendico il mio diritto di  esprimermi come dovrebbe essere un dovere da parte dei dirigenti  sentire la propria base.

Sono consapevole che c’è sia nella base che tra i dirigenti una grossa spaccatura sull’atteggiamento da tenere con il M5S perchè sono ancora vivi i duri contrasti, le accuse ingiuste che ci hanno rivolto ( anch’ io ho avuto discussioni molto animate con amici e conoscenti che votavano per i PD e e questa volta hanno votato per il M5S) ma personalmente non voglio tenere lo sguardo rivolto  al passato  e fare tutto quanto è possibile per dare una prospettiva al paese consapevole che le alternative a questo possibile accordo sarebbero molto peggiori. Quando le situazioni sono così complesse  ognuno di noi deve assumersi la responsabilità di fare una scelta.

 Fra tante forze politiche che parlano alla pancia del paese e diffondono illusioni noi dobbiamo continuare a parlare alla testa del paese  con un  linguaggio più incisivo rispetto a quello usato in campagna elettorale  .

Anche il M5S in una prospettiva governativa  ha dovuto rimodulare il proprio linguaggio .Dobbiamo recuperare autorevolezza e coraggio!!!!! .Tornare a essere protagonisti. Nella storia il nostro partito ha saputo fare  scelte coraggiose per senso di responsabilità verso il paese.

Lazzari Lucia (CREMONA )

657 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online