Domenica, 22 luglio 2018 - ore 12.50

LGH: FORTE CRESCITA DEI RISULTATI INDUSTRIALI E RITORNO ALL’UTILE

EBIDTA DI GRUPPO + 14,4% 56,7 MILIONI DI EURO IN INVESTIMENTI UTILE NETTO DELLA CAPOGRUPPO 10,5 MILIONI DI EURO

| Scritto da Redazione
LGH: FORTE CRESCITA DEI RISULTATI INDUSTRIALI E RITORNO ALL’UTILE LGH: FORTE CRESCITA DEI RISULTATI INDUSTRIALI E RITORNO ALL’UTILE LGH: FORTE CRESCITA DEI RISULTATI INDUSTRIALI E RITORNO ALL’UTILE

LGH: FORTE CRESCITA DEI RISULTATI INDUSTRIALI E RITORNO ALL’UTILE

EBIDTA DI GRUPPO + 14,4% 56,7 MILIONI DI EURO IN INVESTIMENTI UTILE NETTO DELLA CAPOGRUPPO 10,5 MILIONI DI EURO

Il Consiglio di Amministrazione ha approvato il bilancio consolidato del Gruppo LGH per l’esercizio chiuso al 31 dicembre 2017 ed il bilancio di esercizio di LGH SpA: risultati economici e finanziari in forte crescita e ritorno all’utile della capogruppo.

Il bilancio Consolidato

 

Il primo esercizio interamente concluso sotto il segno della partnership A2A/LGH fornisce risultati industriali, economici e finanziari fortemente positivi.

Mentre il comparto delle principali Utilities italiane quotate in borsa segna una crescita media dell’Ebitda pari a circa il 6%, LGH cresce del 14,4%, passando da 74,1 del 2016 a 84,8 Milioni di Euro del 2017.

Tali risultati sono stati conseguiti grazie alle efficienze e alle sinergie che LGH ha potuto pianificare nel 2016 ed iniziare a realizzare nel 2017 grazie allo stretto coordinamento operativo con il partner industriale A2A.

I risultati industriali sono stati rinforzati da una migliore gestione degli oneri finanziari e da proventi finanziari che hanno contributo al risultato della Capogruppo portando il risultato netto a 10,5 Milioni di Euro nel 2017 rispetto a -3,1 Milioni di Euro del 2016.

Il leverage finanziario in termini di PFN/Ebitda è passato da 5,1 nel 2015 (anno pre partnership) a 4 nel 2017.

Gli investimenti si sono attestati a 56,7 Milioni di Euro rispetto ai 47 Milioni di Euro del 2016.

Il risultato consolidato ha segnato un miglioramento di 15,2 Milioni di Euro rispetto al 2016, nonostante una svalutazione di asset immateriali della business unit Ambiente derivante dal processo di impairment per circa 10 Milioni di Euro, facendo attestare il risultato finale di Gruppo a -1,3 Milioni di Euro.

L’Amministratore Delegato di LGH, Massimiliano Masi, sintetizza i principali elementi della gestione aziendale del 2017: “Siamo estremamente soddisfatti dei risultati del 2017, in primis un forte ringraziamento va a tutte le persone di LGH, le quali hanno risposto alle sfide richieste dalla Partnership con entusiasmo, motivazione e concretezza. Nel 2017, oltre ai significativi progressi economico finanziari abbiamo anche varato la riorganizzazione del Gruppo, in modo da poter essere maggiormente focalizzati sui business nazionali e sul servizio ai territori. Potremo quindi disporre nei prossimi mesi di società concentrate sui temi dell’ambiente, delle reti, dell’energia rinnovabile e dei servizi energetici, nonché nella commercializzazione di gas, energia e servizi a valore aggiunto.

L’incorporazione di Linea Com in A2A Smart City ha contribuito a creare un operatore di elevato standing nei progetti di Smart City e Smart Land al servizio delle nostre aree urbane e agricole.

La recente riorganizzazione della Holding, con la nascita delle nuove direzioni Ingegneria e Tecnologia e Sviluppo Territoriale, testimonia la volontà di offrire ai nostri territori un partner di eccellenza sia nel campo delle tecnologie produttive sia in grado di sostenere progetti di sviluppo e di crescita economica e sociale. Il Consiglio di Amministrazione – che ha sinora operato attraverso decisioni approfondite, impattanti ed unanimi – e tutto il management aziendale guardano con fiducia agli obiettivi di crescita a tassi sostenuti che ci siamo posti nel 2018 e nei prossimi anni di piano. Contiamo di poter garantire nel tempo investimenti elevati e una distribuzione di dividendi in linea con le aspettative dei nostri soci.

Tengo a sottolineare che non saremmo riusciti a raggiungere questi traguardi senza l’apporto continuo e di elevata proposizione di A2A. Il continuo interscambio di esperienze e best practices, la job rotation del personale a tutti i livelli, l’operatività quotidiana a favore di LGH di tutto il management di A2A rappresenta la garanzia che il socio industriale crede fortemente nella partnership e siamo certi che questo sostegno verrà se possibile intensificato alla luce dei positivi risultati del 2017”.

Il Presidente di LGH, Antonio Vivenzi, sottolinea: “Se il Gruppo continua a crescere, la Holding nel 2017 ha messo in campo una straordinaria performance di gestione ed oggi presenta un utile netto di oltre 10 Milioni €. Un’ulteriore conferma di come la nostra Mission di servizio al territorio possa anche produrre importanti ricadute sulle risorse distribuibili ai soci, confermando allo stesso tempo i livelli occupazioni delle sedi territoriali. L’ascolto continuo dei nostri stakeholders, l’attitudine del nostro personale a fornire servizi di alta qualità e l’attenzione ai risultati economico finanziari sono elementi che si devono rafforzare nel tempo: raggiungere un equilibro su queste dimensioni è la reale sfida di LGH. I rapporti fra i soci di questi primi 18 mesi di lavoro insieme sono stati estremamente positivi, tendenti alla collaborazione e alla ricerca di soluzioni comuni pur in presenza di visioni variegate alla luce delle differenti provenienze politico-amministrative. Sono certo che la partnership con A2A continuerà a produrre sviluppo, innovazione e risultati di grande soddisfazione”.

INVESTIMENTI

Nel 2017 il Gruppo ha realizzato investimenti per un totale di 56,7 milioni di € (+9,6 su 2016, +20,4%), tra cui un rilevante contributo proviene dalle Business Unit Ambiente e Reti e Calore, rispettivamente con 19,2 milioni di € (+134% vs 2016) e 34 milioni di € (+35,5%).

In particolare, nel comparto ambientale l’attenzione si è concentrata, oltre che su alcuni investimenti di manutenzione straordinaria che hanno interessato gli impianti di trattamento e smaltimento rifiuti nonché sul rinnovo di automezzi impiegati nel servizio di igiene urbana in seguito all’aggiudicazione della gara dei Comuni di Crema e dintorni, anche sul consolidamento della governance attraverso l’acquisizione delle quote di minoranza delle società Greenambiente e MF Waste.

Per quanto riguarda invece la business unit Reti e Calore, la spinta verso il consolidamento della presenza nei settori regolati sia della distribuzione del gas che dell’energia elettrica è stata accompagnata da importanti investimenti nel comparto del teleriscaldamento, tra cui si segnale l’acquisizione di un impianto a biomasse che già da alcuni anni forniva energia alla centrale di teleriscaldamento di Lodi

ALCUNI INDICATORI DI PRODUZIONE

Il Gruppo LGH nel corso del 2017, ha:

-Gestito 938 mila tonnellate di rifiuti, principalmente urbani e speciali non pericolosi, e si colloca tra i primi cinque operatori del settore a livello nazionale, servendo oltre 100 Comuni.

-Prodotto elettricità per circa 369 Gigawattora, esclusivamente da fonti rinnovabili ed assimilate quali l’idroelettrico, la termovalorizzazione dei rifiuti, la cogenerazione ed alcuni impianti a biogas

-Distribuito 593 milioni di metri cubi di gas e 444 Gigawattora di Energia

-Venduto 348 milioni di metri cubi di gas e 652 Gigawattora di Energia

 -Prodotto e distribuito calore per 246 Gigawattora

 OPERAZIONI STRAORDINARIE

 -Acquisizione del 20% della società Greenambiente e del 49% della società MFWaste, arrivando così a detenerne l’intero capitale sociale.

 -Fusione per incorporazione delle società MFWaste e Greenambiente in Linea Ambiente

 - Cessione della partecipazione in Bresciana Infrastrutture Gas

Nel 2018, nell’ambito dell’impegno nella smart energy e nell’economia circolare è prevista la trasformazione della propria società Linea Reti e Impianti nel player del Gruppo LGH nel campo delle energie rinnovabili con la rinnovata denominazione di Linea Green. Prosegue inoltre il consolidamento di Cremona come terzo polo di A2A nel campo dell’ICT, in particolare sui temi smart land attraverso il sempre maggiore radicamento territoriale di A2A Smart City.

1° foto lgh_sede_ polo innovazione digitale cremona

2° foto Lgh_Pres_Vivenzi

L3° foto Lgh_AD_Masi

 

 

494 visite

Articoli correlati