Mercoledì, 18 settembre 2019 - ore 13.12

Liguria Alla ricerca di luoghi unici sulle Strade del Ponente: Il Relais del Maro di Borgomaro

Intervista ad Elena Scalambrin, proprietaria del “Relais del Maro” di Borgomaro

| Scritto da Redazione
Liguria Alla ricerca di luoghi unici sulle Strade del Ponente: Il Relais del Maro di Borgomaro

Per la nostra rubrica “Sulle strade del Ponente Ligure”, siamo andati a Borgomaro per intervistare Elena Scalambrin, proprietaria del “Relais del Maro”, primo Albergo Diffuso in Liguria nato 4 anni fa. Il Relais si trova nel cuore del Comune di Borgomaro, tipico borgo medioevale ligure, distante pochi Km dal capoluogo Imperia.

Il paese è molto conosciuto per i suoi vecchi frantoi e per i suoi antichi ponti ad arco in pietra. La Valle del Maro è luogo primario d’incrocio di civiltà, infatti è al crocevia di un sistema di secolari percorsi che collegano la Pianura Padana all’area genovese e provenzale. Nell’ottica dell’Albergo Diffuso, che offre ospitalità in diversi edifici storici del luogo, il “Relais del Maro” è composto da 3 unità: la “Casa Madre” dove gli ospiti hanno a disposizione la reception, la sala colazione, la terrazza, la piscina con idromassaggio e il giardino.

La “Casa nel Borgo” e la “Casa nel Fienile”, all’interno del paese con diverse camere, luoghi ideali per rilassarsi. Oltre che ai principi dell’Albergo Diffuso, Elena Scalambrin presta particolare attenzione a tutte le pratiche eco-sostenibili, per offrire ai suoi ospiti una vacanza-green, in tutti i suoi aspetti.

Il Relais del Maro fa parte del gruppo di strutture a basso impatto ambientale Ecoworldhotel e della catena Green Pearls Unique Places. L’albergo rappresenta una novità importante nel panorama turistico in Liguria e in Italia.

Può raccontare ai nostri lettori la storia del “Relais del Maro” ?

Abbiamo inaugurato il Relais del Maro nel 2012, il progetto in Regione Liguria fu presentato nel 2008. I primi alberghi diffusi sono nati in Italia negli anni ’80 in Friuli e oggi se ne contano una sessantina in Italia, e uno anche in Spagna. Il modello dell’Albergo Diffuso è stato creato dal Dott. Giancarlo Dallara, Presidente della nostra Associazione e ideatore dell’Albergo Diffuso.

Il principio fondamentale è quello di rivalorizzare antichi edifici, ristrutturandoli e mettendoli a disposizione dei turisti. Ci deve essere, inoltre, una sinergia con tutti gli esercizi del borgo ed è per questo che interagiamo con i ristoranti della zona, con convenzioni ad hoc.

L’apertura del “Relais del Maro” ha incentivato la nascita di molti agriturismi con conseguente rivalorizzazione dell’intera Valle del Maro e di questo sono molto contenta, perchè era uno degli obiettivi principali che mi ero prefissata. Gli edifici che compongono il Relais appartenevano ai mie nonni e per questo lo considero un omaggio alle mie origini, alle antiche tradizioni di questa terra.

Guardo al passato, ma porto avanti una filosofia d’avanguardia e innovativa, cercando di seguire tutte le pratiche eco-sostenibile, mossa dal desiderio di far conoscere ai miei ospiti tutte le antiche tradizioni liguri. Ad oggi considero la mia filosofia una sfida vincente. Infatti, durante la bella stagione, grazie al nostro Relais e a tutti i commercianti del paese, il paese, sotto tutti i punti di vista,sia economici che turistici, vive una rinascita, insperata fino a pochi anni fa. Considero Borgomaro e tutta la Valle Impero un territorio dalle grandi possibilità, ancora non del tutto sfruttate.

Ai nostri ospiti offriamo tutte le informazioni per visitare le nostre magiche terre, dalle spiagge di Alassio, alle piste da sci di Monesi, da un’immancabile visita a Sanremo, alle notti romantiche che solamente la Costa Azzurra sa offrire. L’Albergo Diffuso è un modello di sviluppo territoriale che, in armonia con l’ambiente circostante, guarda al futuro e al benessere del pianeta. Può fungere inoltre da “presidio sociale” per i centri storici dei paese, mettendo a disposizione tutto quello che già esiste.

Marco Risi - Christian Flammia

958 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria

OSSARIO di CUSTOZA: DAL 21 APRILE 2018 APERTURA NUOVI SPAZI ESPOSITIVI E MULTIMEDIALI

OSSARIO di CUSTOZA: DAL 21 APRILE 2018 APERTURA NUOVI SPAZI ESPOSITIVI E MULTIMEDIALI

Prosegue il progetto permanente di valorizzazione del Sacrario Da anni l’Amministrazione Comunale di Sommacampagna si prodiga per il permanente e sempre maggiore sviluppo del compendio monumentale dell’Ossario di Custoza, il Sacrario che sulle nostre colline moreniche custodisce i resti, le memorie e la storia dei caduti delle 1^ e 3^ Guerre di Indipendenza del Risorgimento Italiano.
Mantova Fino al 19 aprile Terra del bello, arte del buono, rassegna gastronomica

Mantova Fino al 19 aprile Terra del bello, arte del buono, rassegna gastronomica

Buvoli e Boselli in Sala BonaffiniLa Strada dei Vini e dei Sapori Mantovani, con il supporto del Comune di Mantova propone “Terra del bello, arte del buono - Itinerari del gusto”, una rassegna gastronomica con menu a prezzo fisso fino al 19 aprile dal lunedì al giovedì (festivi esclusi) permetterà di gustare il meglio degli ingredienti della tradizione locale e valorizzare i ristoranti e i produttori che hanno deciso di aderire a questa particolare iniziativa.
Quattro buone notizie in arrivo per i Ponti sul Po tra Parma e Cremona.

Quattro buone notizie in arrivo per i Ponti sul Po tra Parma e Cremona.

Stipulato un protocollo tra Parma e Cremona, anticipando i tempi previsti dal Decreto. L’ing. Scaroni ha consegnato il progetto esecutivo per il Ponte Colorno – Casalmaggiore. Il 6 marzo alle 18, presso il Comune di Colorno verrà presentato il progetto e verranno fornite indicazioni sulla tempistica. A fine marzo la consegna del progetto per la ristrutturazione del Ponte tra Roccabianca e San Daniele Po.