Lunedì, 25 ottobre 2021 - ore 18.58

LombNews Trasporto pubblico, presidente: nella nostra proposta punti imprescindibili

Non escludiamo disagi: L’assessore regionale lombardo ha quindi concluso ricordando che “la lentezza con cui ha agito il Governo e per come si è arrivati a questa soluzione, non ci porta a escludere la possibilità di disagi con la ripresa dell’attività scolastica, soprattutto in relazione ai grandi numeri che caratterizzano la Lombardia”.

| Scritto da Redazione
LombNews Trasporto pubblico, presidente: nella nostra proposta punti imprescindibili

LombNews Trasporto pubblico, presidente: nella nostra proposta punti imprescindibili

“Le Regioni hanno condiviso le ‘linee guida’, punti essenziali e imprescindibili per cercare di garantire il servizio di trasporto”. Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia al termine della Conferenza delle Regioni del pomeriggio del 31 agosto e in vista della Conferenza Unificata della serata di lunedì 31 agosto con il Governo sul tema dell’organizzazione del trasporto pubblico locale.

‘Capacità di riempimento’: “Fondamentale – ha aggiunto l’assessore ai Trasporti, Infrastrutture e Mobilità sostenibile della Regione Lombardia – è il tema della ‘capacità di riempimento’ all’80% dei mezzi. Una soluzione che è da considerarsi come un compromesso tra le nostre richieste, che puntavano al 100%, e le valutazioni del Comitato Tecnico Scientifico nazionale. Altro elemento molto importante è che queste regole vengano applicate a tutto il trasporto pubblico locale, senza distinzione tra urbano, extraurbano e servizio ferroviario regionale”.

Serve uno staziamento di risorse specifiche: “Infine, da evidenziare – ha sottolineato l’assessore – che la possibilità di integrare il 20% del ‘servizio aggiuntivo’ che manca, sia garantita da stanziamento di risorse specifiche e quindi non a valere sui 900 milioni già stanziati, e da interventi normativi che legittimino questo tipo d’azione”.

Non escludiamo disagi: L’assessore regionale lombardo ha quindi concluso ricordando che “la lentezza con cui ha agito il Governo e per come si è arrivati a questa soluzione, non ci porta a escludere la possibilità di disagi con la ripresa dell’attività scolastica, soprattutto in relazione ai grandi numeri che caratterizzano la Lombardia”.

220 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online