Giovedì, 14 novembre 2019 - ore 03.15

M5s contrario alla libertà di stampa e alla libertà di opinione di Gabriele Beccari (Cremona)

Egr. Direttore, come si legge sul rapporto 2018 di "Reporters sans frontières" sulla libertà di stampa, in Italia "numerosi addetti dell’informazione sono sempre più preoccupati a causa della recente vittoria alle elezioni legislative di un partito, il Movimento 5 Stelle, che ha spesso condannato la stampa per il suo lavoro e che non esita a comunicare pubblicamente l’identità dei giornalisti che lo disturbano".

| Scritto da Redazione
M5s contrario alla libertà di stampa e alla libertà di opinione di Gabriele Beccari  (Cremona)

M5s contrario alla libertà di stampa e alla libertà di opinione di Gabriele Beccari  (Cremona)

Egr. Direttore, come si legge sul rapporto 2018 di "Reporters sans frontières" sulla libertà di stampa, in Italia "numerosi addetti dell’informazione sono sempre più preoccupati a causa della recente vittoria alle elezioni legislative di un partito, il Movimento 5 Stelle, che ha spesso condannato la stampa per il suo lavoro e che non esita a comunicare pubblicamente l’identità dei giornalisti che lo disturbano".

Sempre nel rapporto si legge che "i giornalisti scelgono sempre più spesso di censurare se stessi a causa della pressione esercitata dai politici". Alcune settimane fa, a Ivrea, all'inviato della "Stampa"

Jacopo Iacoboni, inviso a Davide Casaleggio per le sue posizioni critiche nei confronti del M5s, è stato impedito l'accesso al Sum, l'evento organizzato in memoria di Gianroberto Casaleggio.

Non c'è da stupirsi, perché lo stile che promana dall'alto viene diffuso dai vari leader locali, che decidono chi può candidarsi e chi no e più di recente anche chi può partecipare oppure no, in base al grado di compiacenza che si riserva nei loro confronti. E' proibito avere qualsiasi opinione divergente dai vari ducetti locali, pena l'isolamento.

Quanto all'onestà, scordiamocela, se è vero che deriva direttamente dalla coerenza. Dove sta la coerenza di chi si dichiara pronto ad allearsi indifferentemente con la Lega e con il Pd, dopo averli proclamati per anni tra gli artefici dello sfacelo dell'Italia? E la coerenza di chi parlava di piramide rovesciata, con i cittadini ai vertici e gli eletti loro dipendenti, quando gli eletti a 5 stelle sono diventati essi stessi una casta privilegiata di intoccabili? Qual è la coerenza di chi ha dichiarato che nessuno deve interferire con l'autodeterminazione dei gruppi locali e poi si schiera sfacciatamente contro chi rimprovera comportamenti contrari all'interesse dei cittadini?

Spero che i cittadini aprano al più presto gli occhi, perché non c'è nessun vero cambiamento negli obiettivi del M5s, ma solo la conquista del potere e dei benefici economici che ne derivano per una nuova casta e per i suoi nuovi clienti. E alla stragrande maggioranza dei cittadini, che non rientrano in questa ristretta cerchia, toccherà un'altra volta pagare il conto, ammesso che ci siano ancora le risorse per farlo.

Gabriele Beccari  (Cremona)

 

 

659 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online