Sabato, 08 agosto 2020 - ore 07.48

Cremona prenda esempio dal Comune di Ostuni (BR) per la lotta alla corruzione di Gabriele Beccari

Egr. direttore, uno dei mali endemici della società italiana è sicuramente la corruzione, che sostanzialmente consiste nell'abuso di un potere conferito ai fini di ottenere un guadagno personale. Secondo la Corte dei Conti, il fenomeno costa alle casse dello Stato ben 60 miliardi di euro all'anno!

| Scritto da Redazione
Cremona prenda esempio dal Comune di Ostuni (BR) per la lotta alla corruzione di Gabriele Beccari

Cremona prenda esempio dal Comune di Ostuni (BR) per la lotta alla corruzione di Gabriele Beccari

Egr. direttore, uno dei mali endemici della società italiana è sicuramente la corruzione, che sostanzialmente consiste nell'abuso di un potere conferito ai fini di ottenere un guadagno personale. Secondo la Corte dei Conti, il fenomeno costa alle casse dello Stato ben 60 miliardi di euro all'anno!

Di conseguenza, le iniziative di contrasto alla corruzione sono da sostenere e prendo lo spunto da notizie di stampa di questi giorni per segnalare l'operato encomiabile del Comune di Ostuni (BR), che ha introdotto un'apposita piattaforma online per segnalare gli illeciti nella pubblica amministrazione con la tutela dell'anonimato del segnalante, nel rispetto delle direttive dell'Anac (Autorità Nazionale Anti Corruzione).

Con una delibera di Giunta del 30 gennaio u.s., è stato consentito l'accesso alla procedura da parte dei cittadini, che possono supportare la loro segnalazione con l'inserimento di materiale fotografico, audio e video. Solo il Responsabile per la Prevenzione della Corruzione, che coincide con la figura del Segretario Generale del Comune, ha l'accesso alle informazioni inserite, ma anche per lui sarà impossibile risalire all'identità del segnalante, che potrà seguire l'iter procedurale sulla piattaforma dedicata e interfacciarsi, se dovesse risultare utile ai fini dell'indagine, con l'autorità giudiziaria.

Le segnalazioni potranno estendersi non solo ai casi penalmente rilevanti, quali tangenti, concussione e abuso di potere d'ufficio, ma anche ad esempi di cattiva gestione amministrativa come lo spreco di fondi pubblici, la gestione delle gare d'appalto con procedure non trasparenti o non finalizzate a ottenere il miglior risultato in termini di efficacia ed efficienza delle opere assegnate, le lungaggini procedimentali o la mancata adozione di comportamenti responsabili e trasparenti e tutte le inefficienze dovute a piccoli tornaconti personali.

Un'iniziativa lodevole, che il Comune di Cremona dovrebbe prendere ad esempio.

Gabriele Beccari (Cremona)

563 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online