Sabato, 08 agosto 2020 - ore 06.06

Natale di pace 100 anni fa durante la 1° guerra mondiale

Natale di 100 anni fa ... il Natale e 'la Pace Tra Gli Uomini Anche se da solo per ore poche.

| Scritto da Redazione
Natale di pace 100 anni fa durante la 1° guerra mondiale


Il mio nome è Francis Tolliver. Io vengo da Liverpool.

Due anni fa la guerra mi aspettava dopo la scuola.

Per il Belgio e le Fiandre, in Germania per qui,

Ho combattuto per il re e il paese che amo caro.

Era Natale nelle trincee, dove il gelo così amaro appeso.

Il campo ghiacciato di Francia erano ancora, nessuna canzone di Natale è stata cantata.

Le nostre famiglie di nuovo in Inghilterra ci sono stati tostatura quel giorno,

loro ragazzi coraggiosi e gloriosi così lontano.

Ero lyin 'con i miei compagni di mensa sulla terra fredda e rocciosa

quando attraverso le linee della battaglia fu un suono molto particolare.

Dice che "Ora ascolto fino me ragazzi", ogni soldato sforzò di sentire

come una voce giovane tedesco ha cantato in modo chiaro.

"Sta Singin 'bene bloddy sai", il mio compagno mi dice.

Presto uno per uno ogni voce tedesca unì in armonia.

I cannoni riposato in silenzio. La nube di gas non più arrotolato

come ha Natale ci tregua dalla guerra.

Appena erano finiti una pausa riverente è stato speso.

'Dio Rest Ye Merry, gentlemen' colpito alcuni ragazzi da Kent.

Il prossimo cantavano era 'Stille Nacht "." Tis' Silent Night '"dice che

e in due toungues una canzone riempito quel cielo.

"C'è qualcuno commin 'verso di noi" la sentinella prima linea pianto.

Tutte le attrazioni erano fissi su una figura solitaria arrancare da parte loro.

La sua bandiera di tregua, come una stella di Natale, brillava su quella pianura così luminosa

come ha coraggiosamente grandi passi, disarmati, nella notte.

Poi uno ad uno su ciascun lato camminato in no-mans-land

né con la pistola né baionetta ci siamo incontrati lì di mano in mano.

Abbiamo condiviso del brandy segreto e avremmo voluto bene a vicenda

e in una partita di calcio flare-lit abbiamo dato 'em hell.

Ci siamo scambiati cioccolato, sigarette e photgraphs da casa

questi figli e padri lontani dalla propria famiglia.

Giovane Sanders giocato la sua fisarmonica e avevano un violino

questa band curioso e improbabile di uomini.

Presto la luce del giorno ha rubato su di noi e la Francia è stata la Francia ancora una volta.

Con addii tristi ognuno di noi cominciarono a stabilirsi di nuovo alla guerra.

Ma la domanda ossessionava ogni cuore che ha vissuto quella notte wonderous

"La cui famiglia ho fissato nei miei luoghi?"

Era Natale nelle trincee, dove il gelo così amaro appeso.

I campi ghiacciati della Francia erano riscaldate come le canzoni di pace sono state cantate.

Per le pareti avevano mantenuto tra noi di esigere il lavoro della guerra

era stato sbriciolato ed erano andati per sempre più.

Il mio nome è Francis Tolliver. A Liverpool mi soffermo.

Ogni Natale viene dato prima guerra mondiale che ho imparato che è bene lezioni.

Che quelli che chiamano i colpi non saranno tra i morti e zoppo

e su ciascuna estremità del fucile siamo uguali.

 

- John McCutcheon "Natale in trenches_

------------------------------------------------

Natale di 100 anni fa...  il Natale e' la Pace tra gli uomini anche se solo per poche ore.

 

_My name is Francis Tolliver. I come from Liverpool.

Two years ago the war was waiting for me after school.

To Belgium and to Flanders, to Germany to here,

I fought for King and country I love dear.

It was Christmas in the trenches where the frost so bitter hung.

The frozen field of France were still, no Christmas song was sung.

Our families back in England were toasting us that day,

their brave and glorious lads so far away.

I was lyin' with my mess-mates on the cold and rocky ground

when across the lines of battle came a most peculiar sound.

Says I "Now listen up me boys", each soldier strained to hear

as one young German voice sang out so clear.

"He's singin' bloddy well you know", my partner says to me.

Soon one by one each German voice joined in in harmony.

The cannons rested silent. The gas cloud rolled no more

as Christmas brought us respite from the war.

As soon as they were finished a reverent pause was spent.

'God rest ye merry, gentlemen' struck up some lads from Kent.

The next they sang was 'Stille Nacht". "Tis 'Silent Night'" says I

and in two toungues one song filled up that sky.

"There's someone commin' towards us" the front-line sentry cried.

All sights were fixed on one lone figure trudging from their side.

His truce flag, like a Christmas star, shone on that plain so bright

as he bravely strode, unarmed, into the night.

Then one by one on either side walked into no-mans-land

with neither gun nor bayonet we met there hand to hand.

We shared some secret brandy and wished each other well

and in a flare-lit soccer game we gave 'em hell.

We traded chocolates, cigarettes and photgraphs from home

these sons and fathers far away from families of their own.

Young Sanders played his squeeze box and they had a violin

this curious and unlikely band of men.

Soon daylight stole upon us and France was France once more.

With sad farewells we each began to settle back to war.

But the question haunted every heart that lived that wonderous night

"whose family have I fixed within my sights?"

It was Christmas in the trenches where the frost so bitter hung.

The frozen fields of France were warmed as songs of peace were sung.

For the walls they'd kept between us to exact the work of war

had been crumbled and were gone for ever more.

My name is Francis Tolliver. In Liverpool I dwell.

Each Christmas come since World War One I've learned it's lessons well.

That the ones who call the shots won't be among the dead and lame

and on each end of the rifle we're the same.

-- John McCutcheon "Christmas in the trenches_ 

 

1759 visite
Petizioni online
Sondaggi online

Articoli della stessa categoria

Tommaso Negri, giovane cremonese in Cina, ha partecipato alla maratona di Pechino del 3 novembre 2019

Tommaso Negri, giovane cremonese in Cina, ha partecipato alla maratona di Pechino del 3 novembre 2019

Alla maratona di Pechino 2019 , 30.000 corridori sono partiti da Piazza Tian’anmen e hanno attraversato le parti ovest e nord della città di , verso il traguardo in Celebration Square nella zona centrale di Scenic Boulevard nel Parco Olimpico di Pechino in una giornata di pioggia.Tommaso è stato l’unico cremonese che ha partecipato …. arrivando anche al traguardo.