Lunedì, 21 gennaio 2019 - ore 18.34

Report Matteo Piloni (PD) Dalla Regione Lombardia 20/12/2018: Suolo, Agnadello, Infrastrutture CR-MN, Unione Drizzona-Piadena, Orti Didattici

CONSUMO DI SUOLO; UNA LUCE SULLA ROTONDA DI AGNADELLO; Infrastrutture Cremona e Mantova; UNIONE STORICA DRIZZONA-PIDENA; ORTI DIDATTICI E AGRICOLTURA SOCIALE

| Scritto da Redazione
Report Matteo Piloni (PD) Dalla Regione Lombardia 20/12/2018: Suolo, Agnadello, Infrastrutture CR-MN, Unione Drizzona-Piadena, Orti Didattici

Report Matteo Piloni (PD) Dalla Regione Lombardia 20/12/2018: Suolo, Agnadello, Infrastrutture CR-MN, Unione Drizzona-Piadena, Orti Didattici

CONSUMO DI SUOLO; UNA LUCE SULLA ROTONDA DI AGNADELLO; Infrastrutture Cremona e Mantova; UNIONE STORICA DRIZZONA-PIDENA; ORTI DIDATTICI E AGRICOLTURA SOCIALE

 

------------

CONSUMO DI SUOLO: PIZZUL E PILONI (PD), “PIANO TERRITORIALE REGIONALE APPROVATO CON COLPEVOLE RITARDO, IN REGIONE MANCA VOLONTA' DI PRESEVARE IL TERRITORIO”:“È un Piano territoriale regionale che arriva con colpevole ritardo, e il tempo trascorso è stato complice del continuo consumo di suolo. Sono passati quattro anni da quando è stata approvata la legge sul consumo di suolo ed è evidente che in Regione è mancata la volontà di porre davvero un freno all'erosione del paesaggio lombardo. La nostra astensione sul documento è motivata da questo.”

Lo dichiarano per il Partito Democratico il capogruppo Fabio Pizzul e il consigliere Matteo Piloni a commento dell'approvazione a maggioranza, questa sera in Consiglio regionale, del Piano Territoriale Regionale.

Nella discussione è passato anche un ordine del giorno presentato dal Pd che impegna la giunta a organizzare una struttura tecnica ed amministrativa interassessorile di supporto ai programmi di rigenerazione urbana dei Comuni e delle Province; di stabilire quali siano i programmi di rigenerazione prioritari e secondo quali criteri; di predisporre agevolazioni normative e finanziarie per i programmi di rigenerazione di preminente interesse pubblico; di prevedere poteri sostitutivi da parte della pubblica amministrazione in caso di inadempienza o impossibilità a intervenire da parte della proprietà; di promuovere una legge nazionale, con la relativa dotazione economica, che renda prioritaria la rigenerazione urbana rispetto al consumo di suolo libero.

Nella seduta del Consiglio dedicata all'approvazione del bilancio regionale 2019-2021, conclusa martedì, il Pd ha ottenuto l'approvazione di un ordine del giorno che invita la Giunta a trovare le risorse per istituire un apposito fondo di rotazione per attivare gli interventi di rigenerazione prioritari e di preminente interesse pubblico.

----------------------

BILANCIO, PILONI (PD): “UNA LUCE SULLA ROTONDA DI AGNADELLO”: 250mila euro per cofinanziare la realizzazione della rotatoria lungo l’attuale incrocio a raso tra la strada comunale via Garibaldi e l’ex Statale Bergamina, nel Comune di Agnadello: era la richiesta contenuta in un emendamento presentato dal consigliere del PD Matteo Piloni, ieri in consiglio regionale, nel corso del dibattito sul bilancio 2019-2021.

“Risorse che l’assessore al Bilancio Caparini ha assicurato di aver già predisposto” spiega Piloni che nel frattempo ha avviato una interlocuzione con l’assessore Terzi per avviare un accordo quadro e far partire tutta l’operazione già dal prossimo gennaio.

“Il Comune di Agnadello ha già stanziato 200mila euro e la Provincia predisporrà il progetto – continua il consigliere – le risorse della regione, 250mila euro, sono dunque indispensabili per avviare l’iter”.

“Un’opera molto importante non solo per il comune di Agnadello – spiega Piloni e conclude – perché inciderà sulla circolazione della ex statale Bergamina, una delle strade più pericolose della regione che, attraverso la provincia di Bergamo, arriva nel territorio cremasco”.

--------------------------

Bilancio in Regione: approvato un ordine del giorno per le necessità infrastrutturali di Cremona e Mantova

PILONI E FORATTINI (PD): “MONITOREREMO PERCHÉ DAGLI IMPEGNI SI PASSI AI FATTI”: Rispondere alle necessità infrastrutturali avanzate dai territori di Cremona e Mantova indicando risorse e crono programma; proseguire un tavolo con gli enti territoriali coinvolti per stilare un patto per il Sud Lombardia e condividere una ridistribuzione dei fondi per le infrastrutture; proseguire il discorso con il Governo nazionale, affinché proseguano i finanziamenti per il raddoppio della linea ferroviaria Milano-Cremona-Mantova e per la riqualificazione delle strade provinciali che, a partire da febbraio 2019, saranno di competenza di Anas, come ad esempio la SP 10; proseguire le trattative con le regioni limitrofe, il Governo e la Commissione Europea per reperire le risorse necessarie e rendere navigabile il Po per il trasporto merci da Cremona a Mantova, per raggiungere l’Adriatico.

Questi gli impegni che i consiglieri del PD Matteo Piloni e Antonella Forattini hanno chiesto alla Regione Lombardia, durante la sessione di bilancio, con un ordine del giorno che in aula è poi diventato bipartisan con le firme dei consiglieri del M5S Marco Degli Angeli e Andrea Fiasconaro e della Lega, Alessandra Cappellari. Grande soddisfazione è stata espressa da tutti i consiglieri del territorio.

“Il nostro ordine del giorno è stato approvato con qualche piccola e insignificante modifica – spiegano soddisfatti i consiglieri - Positivo che la giunta abbia colto la necessità di dare una risposta strategica a questi territori”.

“Ora ci auguriamo che già nel prossimo incontro, calendarizzato per il 22 gennaio, si entri nel merito degli impegni con tempistiche e risorse certe” concludono Piloni e Forattini.

-------------------------

PILONI (PD): “UNIONE STORICA, PECCATO CHE LA REGIONE NON ABBIA PREVISTO DI SOSTENERE QUESTI PROGETTI”: “Il Consiglio regionale ha appena approvato all'unanimità la fusione dei Comuni di Piadena e Drizzona. Complimenti ai sindaci Ivana Cavazzini e Nicola Ricci per aver portato a termine un lavoro lungo e faticoso che porterà benefici alle loro comunità”.

E’ soddisfatto il consigliere regionale del PD Matteo Piloni che ha ricordato la ricchezza di storia e tradizione di questi comuni, citando Mario Lodi, il gruppo padano e il duo di Piadena.

“Tradizioni che non si disperderanno, ma al contrario si consolideranno” sottolinea il consigliere e poi, riferendosi al bilancio approvato ieri aggiunge: “Peccato che, solo ieri, la Regione ha bocciato un nostro emendamento in cui si chiedevano risorse per i Comuni che decidono di seguire il percorso di fusione, e anche un ordine del giorno che impegnava la giunta regionale a incentivare le unioni e le fusioni dei piccoli comuni”.

“Un'occasione persa dalla Regione che decide di non sostenere le piccole comunità” conclude Piloni.

---------------------------------

ORTI DIDATTICI E AGRICOLTURA SOCIALE, PILONI (PD): “PER LA PRIMA VOLTA LA REGIONE METTE RISORSE, GRAZIE A UN NOSTRO EMENDAMENTO. MA SONO ANCORA POCHE" “Arriveranno 50mila euro per finanziare i progetti dei Comuni e delle scuole per la realizzazione di orti didattici e altri 50mila euro per sostenere la realizzazione di progetti di agricoltura sociale: è poco, ma comunque un segnale c’è stato. Mi auguro che sia solo il primo passo e che ne seguiranno altri”.

Vuole essere positivo il consigliere regionale del PD Matteo Piloni, nel commentare l’approvazione di due suoi emendamenti approvati ieri pomeriggio, durante la sessione di bilancio del Consiglio regionale, relativamente alla missione 16 su agricoltura, politiche agroalimentari e pesca, per l’anno 2019.

“Avevamo chiesto molto di più, ma questa Giunta ha portato in aula un bilancio già blindato” dice Piloni, ricordando che sono stati bocciati gli emendamenti a sostegno delle aziende agricole danneggiate da calamità naturali, quelli per gli interventi di contenimento delle nutrie e infine quelli per risarcire i danni subiti dalle aziende a causa della fauna selvatica.

"I 50mila euro approvati per gli orti didattici serviranno a quei comuni e a quelle scuole che sono rimaste fuori dalla graduatoria di un bando già uscito quest'anno. I soldi messi per la prima volta per l'agricoltura sociale, di cui ricordo esserci da pochi anni una legge voluta dal Pd, serviranno per progetti di inserimento lavorativo e all'inclusione di soggetti svantaggiati".

 

 

 

 

 

 

 

224 visite

Articoli correlati