Sabato, 21 settembre 2019 - ore 22.02

Rinnovo Consiglio Provinciale Cremona Davide Viola, il Presidente in carica, non ha maggioranza assoluta

Pochi sanno che il consiglio provinciale si elegge ogni due anni, mentre il Presidente ogni quattro. Pertanto Davide Viol che è stato eletto ,il 7 novembre 2016, resterà in carica per quattro anni , salvo che non sia più rieletto sindaco di Gadesco Pieve Delmona il prossimo anno

| Scritto da Redazione
Rinnovo Consiglio Provinciale Cremona Davide Viola, il Presidente in carica, non ha maggioranza assoluta Rinnovo Consiglio Provinciale Cremona Davide Viola, il Presidente in carica, non ha maggioranza assoluta Rinnovo Consiglio Provinciale Cremona Davide Viola, il Presidente in carica, non ha maggioranza assoluta

Rinnovo Consiglio Provinciale Cremona Davide Viola, il Presidente in carica, non ha maggioranza assoluta

Pochi sanno  che il consiglio provinciale si elegge ogni due anni, mentre il Presidente ogni quattro. Pertanto  Davide Viol che è stato eletto ,il 7 novembre 2016, resterà in carica per quattro anni , salvo che non sia più rieletto sindaco di Gadesco Pieve Delmona  il prossimo anno

Proclamazione degli eletti Elezioni del Consiglio provinciale del 31 ottobre 2018 Affluenza finale: 55,43%

Dopo le fasi di scrutinio, la commissione elettorale ha redatto il verbale di proclamazione degli eletti, da cui risulta:

Lista n. 1 “Lega, Fratelli d’Italia e Amministratori del Centro Destra per la Provincia di Cremona”, alla quale spettano n.3 consiglieri i signori  Poli Mirco, Beretta Simone e Giovetti Ferruccio Andrea.

Lista n. 2, “Insieme per il territorio Viola Presidente”, alla quale spettano n. 6 consiglieri i signori  Bonaldi Stefania, Azzali Rosolino, Gagliardi Giovanni, Tascarella Calogero, Vairani Diego, Barbaglio Ernesto Roberto.

Lista n. 3  “Centro destra per Cremona” alla quale spettano n. 3 consiglieri  i signori Sisti Alberto, Rossoni Giovanni, Mori Massimo.

(vedi allegati)

Considerazioni

L’affluenza alla urne è stata bassa. Forse per effetto che si è votato  in giorno feriale, che non sono stati aperti, come richiesto i seggi a Crema ed a Casalmaggiore ecc. Ma in molti sostengono che nemmeno i consiglieri comunali credono alla nuova Provincia uscita dalla riforma Del Rio. In effetti le attuale province sono state svuotate di ruolo e di risorse e stanno per diventare, se già non lo sono, un anello debole della catena istituzionale.

Insomma Davide Viola si troverà  di fronte due schieramenti di centrodestra con tre Consiglieri caduno ed uno di centrosinistra con sei.

Lo schieramento di centrosinistra non pare molto unito però. Vi sono forti contrasti e divisioni con Crema ( vedi ultima polemica sulla scuola Stanga ) e la presenza della battagliera sindaca cremasca , sui ruoli del territorio, della specificità del cremasca ecc. aprirà sicuramente fronti non semplici da gestire.

Il centro sinistra ( leggasi PD) farà quindi fatica a governare  con 6 soli consiglieri e necessariamente dovrà porsi il problema fra i due centrodestra  quale sarà l’interlocutore da privilegiare.

Insomma si apre una fare non facile per Davide Viola ed il PD

Red/welcr/gcst

Cremona 1 novembre 2018

Allegati Pdf:

Allegato PDF 1

Allegato PDF 2

960 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online