Sabato, 13 aprile 2024 - ore 05.37

Scuola (Cremona) Diritto allo studio anno scolastico 2023 - 24: ecco i progetti

Maura Ruggeri ha richiamato l’attenzione sul Piano comunale per il Diritto allo Studio quale documento strategico adottato in tema di educazione e istruzione.

| Scritto da Redazione
Scuola (Cremona) Diritto allo studio anno scolastico 2023 - 24: ecco i progetti

(Cremona) Diritto allo studio anno scolastico 2023 - 24: ecco i progetti

 Cremona, 23 febbraio 2024 - Riunione con i dirigenti scolastici, convocata e voluta fortemente dall’assessora all’Istruzione Maura Ruggeri, per condividere le attività di ampliamento dell’offerta formativa del sistema scolastico cittadino, sostenute con fondi comunali del Diritto allo Studio. All’incontro, tenutosi nella Sala Giunta di Palazzo Comunale, hanno partecipato Silvia Bardelli, dirigente del Settore Politiche Educative e Istruzione del Comune, affiancata dalla funzionaria referente Eleonora Tassi, e i dirigenti scolastici, o loro delegati, degli istituti capofila di progetto che hanno presentato le proposte per l’anno in corso. È stata questa l’occasione per riunire attorno allo stesso tavolo sia i rappresentati degli istituti comprensivi cittadini che di alcuni degli istituti di istruzione secondaria, così da condividere i contenuti delle diverse esperienze, ma anche per affrontare alcune tematiche di interesse comune.

 L’assessore Maura Ruggeri ha richiamato l’attenzione sul Piano comunale per il Diritto allo Studio quale documento strategico di programmazione, adottato dall’Amministrazione comunale, in tema di educazione e istruzione. Il Piano traccia gli aspetti più significativi degli indirizzi e delle azioni dell’Assessorato ed è stato approvato dal Consiglio comunale con una valenza temporale biennale per gli anni scolastici 2022/2023 e 2023/2024 per rispondere meglio alle esigenze delle scuole. Nel documento sono state individuate le aree tematiche ritenute di prioritario interesse e le modalità per la presentazione di iniziative da parte delle scuole cittadine perché siano valutate per il relativo finanziamento economico. Requisito indispensabile per il sostegno comunale è la creazione di reti tra istituti.

 I partecipanti all’incontro hanno quindi illustrato le diverse proposte. Si è partiti con Il Tempo Ritrovato, dell’Istituto Comprensivo Cinque, progetto triennale che ha una ricaduta anche sulla cittadinanza per i numerosi eventi e laboratori organizzati e che si è arricchito de Il Tempo CrEdibile in tema di educazione alimentare e ambientale, attualmente in corso e de Il Tempo dell’Infanzia, che caratterizzerà i mesi di aprile e maggio e, come lo scorso anno, avrà lo scopo di valorizzare il diritto all’educazione sin dalla nascita, di promuovere la qualità del sistema scolastico cittadino, in ottica integrata, ponendo al centro l’interesse delle bambine e dei bambini.

 L’Istituto Comprensivo Uno ha presentato a sua volta il nuovo progetto Facilitiamo per la formazione di figure di tutor all’interno delle diverse realtà scolastiche, il cui scopo è il sostegno di studenti con disturbi specifici dell’apprendimento. Si svolgerà inoltre, in continuità con gli anni scorsi, il progetto Musicambo per la promozione dell’educazione musicale.

 Una rete di scopo tra tutti i Comprensivi della città, coinvolgendo anche le scuole infanzia comunali, incentrata sul potenziamento dell’insegnamento della lingua inglese, dall’infanzia alla secondaria di primo grado, con la partecipazione anche di un importante sponsor privato, è quanto sta realizzando l’Istituto Comprensivo Quattro.

 Ripartirà nel mese di marzo, con una nuova edizione, il ciclo di conferenze I lunedì Virgiliani sui temi ambientali, promosso dall’Istituto Comprensivo Cremona Due, aperto alla cittadinanza, in sinergia con il progetto La Scuola per l’ambiente.

 L’Istituto Einaudi, vista la forte richiesta, promuove, in continuità con gli anni scorsi, la realizzazione di “sportelli di ascolto” in cui psicologi professionisti sono a disposizione per ascoltare le problematiche che vivono ragazze e ragazzi iscritti alla scuola secondaria di primo e di secondo grado.

 L’Istituto di Istruzione Superiore “J. Torriani” conferma la propria proposta di attività di alfabetizzazione nelle scuole secondarie di secondo grado aprendo ad una rinnovata collaborazione con il Centro Provinciale per l’Istruzione Adulta e con gli Istituti Comprensivi della città.

 L’educazione musicale è invece il tema portante delle azioni promosse dall’Istituto di Istruzione Superiore “A. Stradivari” con l’annuale rassegna delle scuole ad indirizzo Musicale, che si inserisce nella cornice delle numerose altre iniziative realizzate in città.

 Nel complesso l’incontro ha permesso di far emergere nuove possibilità di collaborazione e tematiche che meritano un confronto condiviso nell’ottica della continuità educativa a cui l’amministrazione si impegna a fornire supporto anche attraverso l’esperienza parallela dell’Osservatorio del sistema scolastico cremonese, educazione di qualità e prevenzione della dispersione il cui report annuale sarà pubblicato a breve.

 

209 visite

Articoli correlati

Petizioni online
Sondaggi online