Domenica, 17 dicembre 2017 - ore 22.35

Slovacchia:l'eucarestia nel carcere di Nitra

| Scritto da Redazione
Slovacchia:l'eucarestia nel carcere di Nitra

E’ Natale anche nel carcere femminile di Nitra
l'eucarestia nel carcere femminile di Nitra
Le detenute del carcere di Nitra (Ústave na výkon trestu od?atia slobody, ÚVTOS) hanno ieri ricevuto la visita pastorale del Vescovo emerito di Trnava, Dominik Tóth, che ha servito una solenne Eucaristia pomeridiana.
Insieme a lui, in visita caritativa, anche una delegazione di Cavalieri di Malta, che hanno portato dei piccoli regali di Natale a tutte le condannate. E’ una tradizione che i Cavalieri di Malta siano parte propositiva nelle iniziative di conforto materiale e spirituale in favore dei bisognosi e dei prigionieri.
Secondo Tibor Bu?ek queste iniziative rientrano nello spirito del motto dell’Ordine Tuitio fidei et obsequium pauperum (difendere la fede ed aiutare i bisognosi). Per questo i Cavalieri di Malta hanno distribuito cioccolatini, cartoline augurali e tanto incoraggiamento spirituale alle sventurate la cui casa è attualmente al fresco, dietro le sbarre.
L’iniziativa di beneficenza è stata in collaborazione con le Forze Armate e l’Ordinariato Militare slovacco che anche quest’anno ha organizzato celebrazioni religiose per il personale militare, le missioni all’estero ed i reclusi delle carceri di tutto il paese. La Santa Messa di Natale è stata, quindi, celebrata in tutte le caserme dell’esercito, della polizia e degli istituti di pena del paese, oltre che in Afghanistan, Cipro, in Georgia ed in Bosnia Erzegovina, dove i militi slovacchi partecipano a missioni internazionali.
Leggi l'articolo originale:
La Voce della Slovacchia
http://www.lavoce.sk/16934/2010/12/26/legislazione/e-natale-anche-nel-carcere-femminile-di-nitra/#ixzz19EwFw6xQ

1895 visite

Articoli della stessa categoria

Romania domenica alle urne, tra movimenti anti-sistema e corruzione

Romania domenica alle urne, tra movimenti anti-sistema e corruzione

Domenica oltre 18 milioni di romeni saranno chiamati alle urne per eleggere tra oltre 6.500 candidati i 466 parlamentari che siederanno nella Camera e nel Senato per la prossima legislatura. Le elezioni politiche arrivano dopo un anno di governo tecnico, che ha lasciato un segno positivo sul Paese e sull'elettorato, disilluso per i numerosi casi di corruzione ad alto livello e che hanno trovato nell'esecutivo guidato dall'ex commissario Ue all'Agricoltura Dacian Ciolos un evidente esempio di come governare senza mazzette.